contatti@officineEinstein.eu Numero 17 Mercoledì 26 giugno 2013

Politiche di comunicazione

Senza conservanti, dolcificanti, addensanti

Ogni oggetto ha in sé una naturale tendenza alla manifestazione. Come un corso d’acqua che si infiltra negli interstizi che incontra, indipendente dalla nostra volontà. Poiché, la comunicazione è “far vedere semplici le cose più eccezionali e straordinarie”, appare evidente quanto il naturale moto dell’oggetto alla propria rappresentazione sia un elemento che modifica anche l’approccio della e alla comunicazione. Come?

Eleonora Ripanti

comportamenti aziendali

Migliorare le performance delle organizzazioni

The evidence. Così si intitola la ricerca della University of Bath school of management realizzata con uno scopo preciso: attestare l’efficacia del coinvolgimento dei dipendenti nell’incremento di performance e produttività nell’economia del Regno Unito.
Luca Massacesi

politiche di comunicazione

Gestire la conflittualità

Durante il processo di comunicazione potete trovarvi a dover affrontare una situazione di conflitto. Ecco i consigli e le tecniche principali per gestire il problema. Comunicare è un bisogno vitale dell'uomo.
Franco Marmello

Evoluzione dell'apprendimento

Superare la “cultura della decisione”

Come dice Michele Vietti «…la giustizia comporta fatica. Fatica per chi la deve rispettare e fatica per chi la deve far rispettare…», in questa “fatica” inserisco lo sforzo di rivedere un paradigma formativo oramai obsoleto e anacronistico e di sostituirlo con un modello orientato a rafforzare la responsabilità dell’individuo.
Patrizia Bonaca

sviluppo e identità locale

Dps, Qsn Qcs, Fas, Fesr, Feasr, Qupi, e poi ancora: accordo di programma, aree in phasing out, natimortalità, unità standard di lavoro. Il linguaggio dei sindaci dei piccoli (e dei grandi) comuni si deve arricchire di una terminologia specifica, complessa e articolata, per riuscire a stare dietro ai finanziamenti dell'Unione europea o del Ministero per lo sviluppo economico.
L.M.

Reti e social network

E siamo a quattro.
Questa del 26 giugno a Castel Malvezzi (Brescia) è, infatti, la quarta edizione di "Pane, web e salame" pensata per avere la possibilità di condividere e ascoltare le storie su come internet abbia cambiato e continui a cambiare la vita della gente, per conoscere la rete non solo attraverso i social media, ma soprattutto tramite le persone.
Luca Pirani
OfficineEinstein garantisce la riservatezza sui dati personali nel rispetto del Dlgs 196/03 e si impegna a provvedere,qualora l'interessato ne faccia richiesta ai sensi dell'articolo 7, alla loro cancellazione {unsubscribe}cliccando qui{/unsubscribe}) o modifica ({modify}cliccando qui{/modify}). Oppure può farne richiesta scrivendo a indirizzario@officineeinstein.eu.