contatti@officineeinstein.eu Numero 50 Mercoledì 26 febbraio 2014
Comportamenti aziendali
La creatività si impara?
La creatività può essere insegnata? Un sondaggio di Fast Company ci fa saper che per il 73 per cento degli intervistati la risposta è sì. Da ciò consegue che la creatività può essere, imparata. Siamo noi stessi che ci riconosciamo creativi. Il cosiddetto "lampo di genio"? Sotto la doccia, a notte inoltrata e di mattina. Non durante i brain storming.
Eleonora Ripanti
Sviluppo e identità locale
Turismo culturale. Ancora una volta!
In Europa discutono. Rigore, rispetto degli accordi, riduzione del debito. L'unica preoccupazione dei nostri cugini nord europei è far rientrare il debito pubblico dei paesi mediterranei; debito pubblico calcolato con parametri che di oggettivo hanno poco e di convenzione tutto. Convenzioni che sembrano essere studiate apposta per penalizzare le nostre peculiarità. Secondo Guido Brera, co-fondatore di uno degli edge found più spericolati, è la modalità attraverso la quale si combatte la terza guerra mondiale. Invece che sui cieli d'Europa, si combatte sui mercati finanziari del pianeta.
Luca Massacesi
Reti e social network
19 miliardi, di dollari
Praticamente da un giorno all’altro i fondatori di WhatsApp, uno statunitense e un ucraino, Brian Acton e Jan Koum sono diventati pluri miliardari. 19 miliardi è la cifra che Mark Zuckerberg ha sborsato per comprare l’applicazione WhatsApp. Liste e ipotesi affollano il web sulle numerose cose si sarebbero potute comprare con 19 miliardi di dollari o anche meno. Lo shopping di Zuckerberg non convince, non si capisce qual è il piano industriale, ma tutti ne parlano anche perchè per qualche ora in tutto il mondo è stato impossibile inviare o ricevere messaggi.
Cristiana Rinaldi
Politiche di comunicazione
Cento volte tanto
Solo pochi minuti prima un’altra notizia aveva suscitato un certo interesse nella comunità economica americana. Il miliardario messicano Carlos Slim avrebbe deciso di esercitare un’opzione e passare da quasi il 10 per cento al 19 per cento del pacchetto azionario del New York Times. Circa 180 milioni di dollari che permetterebbe al quotidiano newyorkese di mantenere integro il suo metodo di lavoro.
Filippo Rinaldi
Sviluppo e identità locale
Bonifiche culturali. Quel lasso di tempo che passa da quando l’area entra in disuso fino al momento in cui si dà il via ai lavori per la sua reale destinazione è il periodo che interessa per riqualificare le aree dismesse di Bologna, ed attivare la “bonifica culturale” dell’area individuata, promuovendo attività ed eventi culturali.
Cristiana Rinaldi
Habitat del terzo millennio
Far rivivere stazioni fantasma. Progetti di ristrutturazione di stazioni metropolitane della capitale francese abbandonate da più di 75 anni. Creazioni di discoteche, teatri, ristoranti, piscine e, addirittura, giardini all'interno delle stazioni. Contro i rumori di un locale notturno, meglio metterlo sotto terra.
Eleonora Ripanti
OfficineEinstein garantisce la riservatezza sui dati personali nel rispetto del Dlgs 196/03 e si impegna a provvedere,qualora l'interessato ne faccia richiesta ai sensi dell'articolo 7, alla loro cancellazione ({unsubscribe}cliccando qui{/unsubscribe}) o modifica ({modify}cliccando qui{/modify}). Oppure può farne richiesta scrivendo a indirizzario@officineeinstein.eu.