contatti@officineeinstein.eu Numero 51 Mercoledì 5 marzo 2014
Politiche di comunicazione
6 marzo, buon compleanno magazine
Una candelina sulla torta di Officine Einstein. Il magazine on line compie un anno. Per noi un piccolo traguardo, il primo di chissà quanti altri, se altri ce ne saranno! Anni fa la legge di riferimento dell'editoria tipografica diceva che una rivista entrava nella sua maturità e poteva affermarsi come rivista vera, dopo sette anni di pubblicazioni. Ci arriveremo?
Luca Massacesi
CHI siamo 
Un selfie testuale
Un anno è passato e abbiamo deciso di raccontarlo da un punto di vista personale con solo cinque righe di testo.  Un piccolo selfie attraverso le parole, che certo non è esaustivo, ma insomma. Serve solo a raccontare il perché di quel capello bianco in più.
la Redazione di Officine Einstein
CHi siamo 
Un anno in numeri
Eccoci qui, 365 giorni dopo aver inviato il primo magazine on line a 3.937 nominativi di amici, colleghi, conoscenti e persone con cui eravamo entrati in contatto. L'inaugurazione vera e propria, l'apertura del sito agli internauti, è avvenuta, infatti, il 6 marzo del 2013, con la spedizione del primo magazine settimanale anche se la costruzione del sito e il suo primo "insediamento di contenuti" è partito un paio di mesi prima.
Luca Pirani
chi siamo 
Intelligenza collettiva
La nostra scommessa: guardare avanti, intuire i futuri scenari, essere visionari... ma, essendo anche consapevoli delle nostre reali forze e capacità, abbiamo deciso di attingere a piene mani dall'intelligenza collettiva che ci circonda. Per questo siamo orgogliosi e molto attenti ad ospitare scritti di grandi pensatori, che ci fanno guardare oltre, che ci stimolano, che ci provocano, che ci suggeriscono nuovi orizzonti.
Luca Massacesi
Politiche di comunicazione
Cinquanta titoli. Per festeggiare il nostro primo anno, ci piace ripercorrere il testo che per primo raggiunge la vostra attenzione. Quello che nel mondo comune della email è l'oggetto e che nel nostro mondo è il titolo.
Eleonora Ripanti
Etica e beni comuni
Una pensione anche per i nostri libri. Case sempre più piccole e libri che rischiano di finire in cantina o gettati via?  Perché non metterli a "fattore comune"? Raccogliere tutti questi libri e organizzare una pensione anche per loro: una TecaBiblio.
Cristiana Rinaldi, Luca Massacesi
OfficineEinstein garantisce la riservatezza sui dati personali nel rispetto del Dlgs 196/03 e si impegna a provvedere,qualora l'interessato ne faccia richiesta ai sensi dell'articolo 7, alla loro cancellazione ({unsubscribe}cliccando qui{/unsubscribe}) o modifica ({modify}cliccando qui{/modify}). Oppure può farne richiesta scrivendo a indirizzario@officineeinstein.eu.