contatti@officineeinstein.eu Numero 68 Mercoledì 2 luglio 2014
Politiche di comunicazione
Come esporre un progetto
Proseguiamo la nostra carellata sulle tecniche di facilitazione della comunicazione one to one, questa volta concentrandoci sull'attenzione verso il nostro interlocutore e il controllo delle emozioni.
Quali sono, dunque, le operazioni da compiere nella fase di esposizione di un progetto, al fine di monitorare il livello di ricezione e di apprendimento da parte del nostro interlocutore?

Franco Marmello
Politiche di comunicazione
La leadership situazionale del venditore
Il cliente ha sempre ragione quando pretende di essere approcciato con un sorriso da chi ha qualcosa da vendergli?
Parliamo in modo specifico ai venditori, agli addetti al pubblico e ai punti vendita, agli operatori commerciali in genere; a chi fa pubbliche relazioni, a chi sviluppa talenti all'interno dell'impresa: a tutti quegli operatori la cui mission aziendale è quella di con-vincere qualcuno ad accettare, accogliere, comprare qualcosa.

Franco Marmello
Politiche di comunicazione
Il colloquio one to one
Se intendiamo vivere e lavorare in modo efficace, con un buon orientamento ai nostri interlocutori irrinunciabili (persone con le quali dobbiamo e intendiamo condividere pensieri e azioni).
Se intendiamo mirare, attraverso il nostro operato condiviso con altri, a obiettivi di crescita che possano gratificare il nostro sforzo e la nostra scelta umana e professionale.

Franco Marmello
Politiche di comunicazione
La valutazione di merito
La valutazione dei nostri interlocutori (reali o potenziali) non può essere una scienza esatta, essendo un giudizio dato da uomini su altri uomini.
Dal tipo di giudizio che noi diamo sugli interlocutori, dipende, spesso, il tipo di comportamento tenuto nei loro confronti.

Franco Marmello
Politiche di comunicazione
Gestire la conflittualità
La comunicazione si realizza soltanto nella partecipazione. In altre parole, il messaggio diventa una comunicazione solo in conseguenza della partecipazione suscitata: fenomeno che ha un aspetto sociale e di gruppo, quindi relazionale. Il vostro obiettivo primario è non entrare in conflitto con la persona che volete convincere ad accogliere le vostre idee.
Franco Marmello
Politiche di comunicazione
Ad (h) oc
Ogni atto di comunicazione deve essere rivolto a un interlocutore ben identificato e finalizzato a un certo tipo di risultato: veder accogliere le proprie idee è l'aspettativa di chi comunica qualcosa a qualcuno.
vi proponiamo un metodo per finalizzare in modo soddisfacente la propria azione di comunicazione sul lavoro, in famiglia, e nel sociale in genere.
Franco Marmello
OfficineEinstein garantisce la riservatezza sui dati personali nel rispetto del Dlgs 196/03 e si impegna a provvedere,qualora l'interessato ne faccia richiesta ai sensi dell'articolo 7, alla loro cancellazione ({unsubscribe}cliccando qui{/unsubscribe}) o modifica ({modify}cliccando qui{/modify}). Oppure può farne richiesta scrivendo a indirizzario@officineeinstein.eu.