testata

Il centro storico di Roma si apre ai cittadini

Il Municipio “Roma Centro storico” si dota, con la consulenza di Fondaca, la Fondazione per la cittadinanza attiva, un think tank europeo che si è costituito nel novembre del 2001 ed ha sede a Roma, di un regolamento per la partecipazione dei cittadini.


Un regolamento per sperimentare nuove procedure di partecipazione dei cittadini alle scelte di valenza sociale, economica, culturale e ambientale e di ogni materia che rientri nelle competenze del Primo municipio di Roma, riconoscendo alla democrazia partecipativa e all’attivismo civico un ruolo effettivo nella costruzione delle decisioni, e un fattore irrinunciabile per la migliore tutela dell’interesse generale ed il bene della collettività.

140731 piazzaNavona

Hrd of Piazza Navona a Roma fotografia ottenuta con cinque esposizioni sovrapposte da SpaceTouristMarv

 

Dopo alcuni mesi di attività, il gruppo di lavoro coordinato da Emma Amiconi, direttore di Fondaca, ha presentato alla Presidenza del Municipio una bozza di regolamento.

La bozza è stata trasmessa a circa 3.500 contatti per acquisire suggerimenti e contributi da parte di cittadini ed organizzazioni del territorio di Roma Centro.

Successivamente è stato analizzato e discusso nel corso di due affollate assemblee pubbliche svoltesi nel mese di maggio 2014, alla presenza della Presidente del Municipio e di numerosi assessori e consiglieri.

Al momento il testo, passato il vaglio della maggioranza municipale, è in corso di analisi da parte della commissione competente e presto sarà proposto alla approvazione dell’Assemblea del Municipio.
Si tratta di un regolamento innovativo, a doppia matrice, che prevede l’attivazione di processi di partecipazione promossi dal municipio, e a pari titolo dagli stessi cittadini.


Per approfondire

Il documento è visionabile al seguente indirizzo: www.comune.roma.it.

 

Fonte

Fondaca

Share

Banner cittadini attivi

Banner io partecipo

Amministrazione condivisa

Funziona la nostra pubblica amministrazione? Le scelte importanti sono in mano ai cittadini? Opera in piena trasparenza? E' al servizio di chi la paga? Rende la vita delle persone a cui è al servizio più semplice? Possiamo farne a meno?

Sei domande, sei "no".

Amministrazione pubblica, un gigante del quale una società moderna sembra non poter fare a meno; ma che dovrebbe superare l'attuale stadio di declinazione pseudo democratica dell'amministrazione "reale", nel senso del re, evolvendo verso un'amministrazione "condivisa" cioè vissuta insieme a chi, oggi, la paga e la finanzia.

Guardare oltre

 

Su questi temi noi di OfficineEinstein siamo interessati perché il nostro fine è cercare di guardare oltre! Perché siamo convinti che non può esistere una società moderna, semplice, che permetta di vivere sereni senza un'amministrazione efficiente ed efficace. Tanta la strada da compiere.