testata

Eleonora Ripanti

Informazioni

Articoli

  1. Millelight. L'app per i medici (e per noi)
  2. Le variabili della knowledge strategy
  3. Gli italiani si interessano all'ambiente
  4. Matite, colori e tablet
  5. Le dimensioni della knowledge strategy
  6. Canonizzazioni in 3d
  7. Spiderman al buio
  8. Content strategy: una disciplina
  9. Intergreen e l'internet delle cose
  10. Voce e tono. Accordare la fonte
  11. Un 23 marzo curioso
  12. Tra zappa e mouse
  13. La campagna Made in Italy
  14. Viviamo ancora nell’universo di Einstein
  15. Un selfie testuale
  16. Cinquanta titoli
  17. Di venerdì, davanti al camino
  18. La creatività si impara?
  19. Far rivivere una stazione fantasma
  20. Per una cittadinanza della conoscenza
  21. La comunicazione e la prossimità
  22. Startup Europe Partnership
  23. La scuola digitale di Apple
  24. Il made in Italy su Google
  25. Monitorare il nostro brand
  26. Perché il comico come modello di comunicazione
  27. Facebook favorisce i contenuti di qualità
  28. Una mela al giorno
  29. Le migliori aziende per cui lavorare nel 2014
  30. Un'altra lezione dell'Amleto
  31. 2014 l'anno del web semantico
  32. 36 regole dal nuovo Wired
  33. Se venissero qua l'antichi!
  34. Le nostre "digital skills" viste dall'Europa
  35. Il social del vicino...
  36. Riciclo il riciclo e lo riuso
  37. L'eutanasia degli oggetti
  38. Progetto Prisca
  39. A rifiuti zero
  40. Terra. Bene comune
  41. Le cinque erre
  42. Riciclo ti voglio bene
  43. Energia della conoscenza
  44. Do ut des. In rete
  45. I contenuti fanno la differenza
  46. Il colibrì già vola e non ce ne siamo accorti
  47. Nell'era biomediatica
  48. McMission e realtà aumentata
  49. A Marche e Veneto il premio Epa 2013
  50. E zio Bill disse: “Content is the king”
  51. Fondi europei: metonimia italiana
  52. Twigis il social network per i bambini
  53. Inter mirifica, ancora
  54. Aria pulita! Ora tocca a te
  55. I-Space e il Social learning cycle
  56. iCapital
  57. Lo storytelling
  58. Scriviamo per il web
  59. E adesso, che c'entra l'estetica?
  60. L'adolescenza della comunicazione
  61. Le app più app...licate
  62. Il forum della sostenibilità
  63. Lor signori
  64. Epifania della comunicazione
  65. Pubblici, racconti e personaggi
  66. Intermediazione trasparente
  67. 20 meno 14 fa... 5!
  68. Abitare la rete
  69. Costruire un'identità
  70. Slow Communication
  71. Un raggio di luce
  72. Senza conservanti, dolcificanti, addensanti
  73. Gli Angeli curano il parco Stibbert
  74. Un’aria più pulita per tutti
  75. Cosa non si fa per la pubblicità
  76. Dignità, integrità, naturalità e fertilità
  77. Agli #sgcp. La cultura della comunicazione
  78. Comunicazione istituzionale e politica
  79. Incontri ravvicinati tra elettore e consumatore
  80. La campagna del 2013. Sottotono?
  81. La eDiplomacy e nuovi scenari
  82. Sondaggi uguale manipolazione?
  83. Satira e comunicazione politica
  84. E la scatoletta di tonno
  85. Primarie, leadership e neotelevisione
  86. La comunicazione politica e l’iperrealtà
  87. La conferenza per la Open innovation 2.0
  88. Il World Nutella day è salvo
  89. Il mio orto digitale
  90. Una casa per l'acqua del sindaco
  91. Green brand 2013
  92. Il modello Seci di Nonaka
  93. Self publishing
  94. Conosci la figura del comunicatore?
  95. Il Piano di Comunicazione (PdC)
  96. Apprendimento organizzativo
  97. European green capital
  98. Scrivere è scrivere
  99. Il copywriter trova la sua strada grazie al seo?
  100. Testi seo per un sito web
  101. Ottimizzazione seo: un mantra
  102. Città attraenti e sostenibili
  103. Per telefono, per lettera o online
  104. I messaggi csr per le pmi
  105. Promuovere l'agricoltura per e nella Unione
  106. #Twitter7
  107. Dati, informazione e conoscenza
  108. Meglio di Francesco solo Obama
  109. Infopoverty World Conference 2013
  110. Quattro: un gioco, un evento
  111. Oltre il Pil
  112. Aree interne, conclusioni
  113. Formazione continua: un esempio in casa
  114. Un forum per le aree interne
  115. Contatti
  116. Un suggerimento dall'agricoltura
  117. Per la Città della scienza
  118. Seo: dieci comandamenti
  119. Seo: dieci comandamenti
  120. Seo: dieci comandamenti
  121. Archivio dei settimanali online
  122. Ottimizzazione e Joomla
  123. Ottimizzazione e Joomla
  124. La comunicazione integrata per la Calabria
  125. 900 milioni di euro
  126. Open data day
  127. La Carta d'intenti per l'innovazione
  128. Programmi di un green sbiadito
  129. Individuale e sociale
  130. Per Pompei con (la) Barca
  131. Qualità della regolazione e strategia europa 2020
  132. Tacita ed esplicita
  133. Dalla natura al green
  134. Il famoso concorsone
  135. Conoscenza e luce
  136. Classificazioni della conoscenza
  137. articolo home
  138. Quei dati appetibili
  139. Che cosa è un'infografica
  140. Seconda modernità
  141. I pregiudizi sulla conoscenza
  142. Vecchio come il mondo
  143. I sei cambiamenti
  144. Come un'adolescente
  145. Creatività fricchettona
  146. I buoni propositi anche per Twitter
  147. Ele o Nora Ripanti
  148. Mappa

Presentazione

Presentazione:

Trentadue anni, romana o quasi, laureata in comunicazione nella Capitale e appassionata del mondo online, più per questioni anagrafiche che per scelta. Si aggiunge l'attività di copywriter, inconsapevole. 

Avendo lavorato per circa cinque anni all'interno del mondo delle assicurazioni, ho scoperto la bellezza, e l'importanza della conoscenza. Per questo, e quando posso scegliere, la mia attività si svolge soprattutto a favore della gestione di questa importante risorsa (soprattutto di questi tempi). Da un punto di vista fortemente comunicativo.

Coniugando teoria, proveniente da una corposa esperienza formativa anche post lauream, e pratica, proveniente dalla prateria che ancora oggi possiamo paragonare al mondo della comunicazione, la ricerca è focalizzata alla ricerca delle mediazioni cognitive (direbbe Rullani) perchè si possa costruire un'interazione a rete, di collaborazione orizzontale. 

Fortemente convinta nella comunicazione generativa (direbbe Toschi) il mio compito è, allora, creare processi di produzione e diffusione della conoscenza (chiamasi comunicazione) per dare strumenti di gestione autonoma di quello che si sa. 

Questo il mio ruolo qui, soprattutto in questo sito, e più in generale nell'attività di consulenza in comunicazione. 

Con uno sguardo rivolto all'esterno, sempre, perchè spesso le risonanze di quello di cui ci occupiamo in ciò che fanno gli altri sono molto più forti di quanto non si creda. 

Naturalmente non può finire così, per chi lavora in comunicazione. E quindi, ci vediamo su Twitter!

Approfondendo

Il mio curriculum breve