testata

Coesistere è un po' esistere

«La teoria è quando si sa tutto e niente funziona.

La pratica è quando tutto funziona e nessuna sa perché.

Noi abbiamo messo insieme la teoria e la pratica:

non c'è niente che funzioni e nessuna sa il perché»

Albert Einstein

 

Galeno, Assomedico, FondazionePreviasme e Previasme sono stati presenti al congresso nazionale Fimmg all’insegna della coesistenza, dell’equilibrio e della coralità. Una convivenza, senza sovrapposizioni di ruoli, è stata raggiunta ad un doppio livello: attraverso l’identità aziendale e attraverso le diverse iniziative promosse coerenti con le varie identità.

Perché la comunicazione fosse coerente, un ruolo importante è stato giocato dallo stand, progettato secondo criteri di equilibrio visivo, e dalla squadra di progettazione dell'evento e da quella presente al congresso che hanno reso vivo e dinamico lo spazio progettato.

 

Ripresentiamo uno dei primi volumi pubblicati da Officine Einstein "Fimmg 2009". Racconta la presenza di quattro organizzazioni diverse nello stesso stand. Insieme, ma ognuna con la sua identità ben definita. Si potrebbe parlare quasi di aver avvistato in Sardegna, al Forte Village, nell'autunno del 2009, quella creatura mitica metà ambita e metà visionaria che si chiama "sinergia".

Lo presentiamo riproponendo la postfazione perché ci sembra interessante il titolo ("Come si fanno le cose e perché") e, in generale, ancora attuali i contenuti.

 

20130325 standFimmg2009 

lo stand in comune tra Assomedico e cassa Galeno con il richiamo al torneo di calciobalilla

 

Dalla postfazione del libro

«Eccoci qua, finalmente allo scoperto. Finalmente perché possiamo con questo piccolo volume parlare di una comunicazione attuata nella realtà e non solo imparata sui banchi di scuola (o di università).

 

Ma prima di entrare nel merito alcune domande. Che cosa c'entra un'associazione che si occupa di soluzioni assicurative, finanziarie e previdenziali per i medici con la comunicazione? Che cosa possiamo da questa imparare?

 

La risposta a queste domande risiede nell'impostazione di questi manuali: quello che desideriamo fare è riorganizzare una competenza del fare in una facoltà del sapere. Assomedico rappresenta una fonte ricca di esperienze e di progetti di comunicazione, dalle quali possiamo imparare come si fanno le cose e perché.

 

Partire dal racconto e dallo studio di un caso concreto ci consente, infatti, di affrontare direttamente non solo i principi teorici e basilari ma anche aspetti che intervengono nell'azione concreta e che rischiano di porre in discussione gli stessi principi, o, almeno, di metterli in disparte.

 

Quelli che comunemente chiamiamo "problemi" sono il primo passo verso la soluzione e, quindi, rappresentano il germe dell'innovazione. Desideriamo alora raccontare i problemi come elemnti dai quali far nascere idee e che possano essere sistematizzati, comreis e quinid esorcizzati.

 

Nello stesso modo le "emergenze", così frequenti nell'organizzazione di un evento, in una visione del far bene le cose rappresentano l'eccezione che confermano la regola, e non la regola stessa del fatidico mondo del lavoro.

 

Questo lo scopo dei Manuali creati perché sia possibile vedere nei fatti che i due presupoosti appena descritti sono una realtà attuabile e non solo un bel punto di partenza.

 

Iniziamo così dal congresso nazionale della Fimmg del 2009, il più grande evento che coinvolge durante l'anno Assomedico e Galeno e fonte, non nascondiamoci, di molteplici turbamenti. Un evento già di per sé carico di significato e, nell'edizione passata, ulteriormente arricchito da obiettivi che lo hanno reso, a sei mesi di distanza, un'ottimo inzio per la serie dei manuali di Assomedico. Buona lettura e soprattuto buona esperienza.

 

20130325 internoStand

l'interno dello stand, funzionale e neutro

 

La squadra

Per Assomedico Giancarlo Mosca

Per Galeno Aristide Missiroli e il consiglio direttivo

Per Previasme Roberto Pallini

Per la Fondazione Previasme Beatrice Lomaglio

Concept Luca Massacesi (Aaland l'arcipelago della comunicazione)

Progettazione dello stand Luca Massacesi, Antonio Mannarino

Direzione lavori Antonio Mannarino

Realizzazione dello stand Pino Lilliu, Armando Castaldo

Redazione del manuale Eleonora Ripanti, Veronica De Santis

Grafica per l'evento Veronica De Santis

Responsabile della presenza al congresso Gianni Duca

Al congresso Giustino Anglani, Paolo Bertozzi, Luca Ciangottini, Beatrice Lomaglio,  

Anno 2009

Share