testata

Peter Newman, il fotografo del cielo.

Un vecchio detto brittanico dice: puoi aspettare settimane prima di vedere il cielo di Londra. E ancora di più, aggiunge Peter Newman, se speri che una gru sparisca dalla tua vista.

Peter Newman, che ha dedicato quasi vent'anni della propria professione a interrogarsi sul rapporto tra l'uomo e il cielo, l'elemento costante che sovrasta le evoluzioni degli spazi urbani, ha da poco presentato una collezione intitolata Metropoly, nella quale offre un punto di vista alternativo e originale sui panorami più celebri del mondo.

 

La tecnica

Le fotografie sono scattate con una lente ultra grandangolare vintage, che cattura un campo di 180 gradi, adattata a una moderna fotocamera digitale. Originariamente inventata per l'astronomia e per osservare i fenomeni atmosferici, è stata utilizzata da Newman per registrare il panorama urbano con vista sul cielo.

Le immagini circolari celebrano una varietà di architettura iconica, e il modo in cui si rivela il carattere di una città; l'attenzione è per gli edifici contemporanei più celebri e più immortalati.

Ogni immagine è il frutto di giornate di lavoro in cerca del punto d'osservazione più efficace  e di alcune ore di post-produzione.

 

Sei immagini tratte da Metropoly di Peter Newman

Share