testata

Guns N' Margheritas

No, non è il nome del nuovo progetto musicale di Axl Rose, leader storico dei Guns 'N Roses. Parliamo ancora una volta della naturale evoluzione della tradizionale stampa a due dimensioni: la stampa 3d.

Una tecnologia che, secondo gli esperti, potrebbe avere un impatto così profondo sulla società come lo ebbe l'avvento della fabbrica nel 1700.

E' un mondo, quello delle stampanti 3d, ancora tutto da esplorare, ma che promette sviluppi e applicazioni inimmaginabili in ogni campo: dalla chirurgia ricostruttiva, è notizia recente il ripristino della trachea di un bambino affetto da una grave malformazione, all'ingegneria areospaziale con la stampa di componenti per motori di aerei civili e militari.

 

Creatività opinabile

Vogliamo però soffermarci su due applicazioni che hanno suscitato la nostra curiosità, sperando che entrambe rimangano nel cassetto dei progettisti anche se, a quanto risulta, il percorso per renderle concrete è ben avviato.

 

Arrivano entrambe dagli Stati Uniti. La prima riguarda il cibo e in particolare la nostra amata pizza margherita. L'idea è di una coppia residente a Los Angeles che ha fondato una società specializzata in stampanti 3D, ma sarà un ingegnere meccanico del Texas, al quale la Nasa ha assegnato una borsa di studio da 125.000 dollari, a costruire un prototipo di sintetizzatore di cibo che permetterà agli astronauti di gustare la pizza, ma anche pranzo e cene completi, ovunque nello spazio. Chissà cosa ne penseranno a Napoli.

 

Se mangiare una pizza sfornata da una stampante vi mette i brividi, vi consigliamo di non proseguire la lettura.

Si chiama Liberator, è la prima pistola stampata 3d. L'arma, rigorosamente in plastica, e quindi invisibile ai metal detector, è composta da sedici pezzi ed ha bisogno solo di una comunissima vite e di munizioni tradizionali per sparare.

Ovviamente sul progetto si sono scatenate polemiche e opposizioni ma l'ideatore, Cody Wilson, uno studente in Legge dell'università del Texas, pare aver aggirato con scaltrezza gli ostacoli giocando sulla labile distinzione tra produzione di armi e pubblicazione d'informazioni. Wilson, infatti, si limita a consegnare un file Cad e le istruzioni per la produzione in proprio. Per invogliare gli acquirenti ha anche sottoposto la pistola a dei rigorosi test filmando la bontà del prodotto.

 

Cody Wilson testa la sua pistola 3d

 


Free Joomla Extensions

 Il video di presentazione della pistola 3d

 

 

Share