testata

Potevamo stupirvi con effetti speciali...

... e l'abbiamo fatto.

  • Best character animation al Suzanne award con “Intervista dal Futuro”.
  • Stella d’argento digital marketing e Stella d’oro gran prix promotional marketing per “Tigri di carta” con Andy Garcia.
  • Miglior documentario “Premio Ilaria Alpi” con “26 hours trip”.
  • Miglior documentario al Guggheneim museum per “Liquirizia Amarelli”.
  • Prima produzione italiana del cortometraggio in animazione in 3D “Leo & Gebedia” finanziata dal Fondo unico per lo spettacolo.
  • Nomination al premio David di Donatello come migliori effetti speciali per “Fascisti su Marte”.
  • Nomination come miglior documentario al Festival archeologico Il Cairo per “Achenaton: il faraone eretico”.
  • Nomination best visual effects per “Castelli animati: cambiamenti di stato”.
  • Nomination al premio David di Donatello per il documentario a puntate “Liberi Nantes”.

Questo il pregevole palmares che poteva vantare Spark digital entertainment nel 2010, anno in cui ci siamo occupati di curare l'identità aziendale. Postproduzione, animazioni, effetti speciali: Spark come scintilla di riferimento nell'applicazione della tecnologia alla fantasia.

 

La nostra proposta

La scintilla (spark in inglese), l'esplosione, il fuoco della creatività: non potevamo non partire da qui. Ma Spark è anche tecnologia, flessibilità, rigorosi standard aziendali. La manipolazione di immagini per raccontare storie e creare nuove visioni, nel rispetto della filosofia open-source di condivisione di contenuti. 

La progettazione si è indirizzata, quindi, su proposte che esprimessero le molteplici anime di Spark. Vi raccontiamo quella vincente.

 

Un logo contenitore

Il contenitore come metafora dello schermo, all'interno del quale fluttuano e si esaltano effetti speciali, storie, animazioni. Abbiamo studiato un logo che accogliesse, senza vincoli cromatici e formali, tutto il mondo di Spark: un carattere extra-bold, geometrico, con le lettere molto ravvicinate per creare un continuum che evocasse l'effetto di uno schermo.

 

Il logo in grigio di Spark

 

 

Fuoco e acqua

La scintilla che innesca l'esplosione è sola la prima declinazione del logo. Ovvia, ma indispensabile nel riconoscimento della comunicazione. A seguire, la scintilla che produce il fenomeno opposto: il fulmine di un fragoroso temporale. E il richiamo allo schermo televisivo con il monoscopio e gli effetti di disturbo dell'immagine. Infine, nella carta intestata, due personaggi partoriti dalla mano e dal mouse di Spark.

 

Il logo Spark con le fiamme all'interno del lettering

 

Il logo Spark con il fulmine temporalesco

 

Il logo Spark con monoscopio

 

Il logo Spark con effetto disturbo

 

20130918 ged spark9

 

 

La brochure istituzionale

Raccoglie e racconta le esperienze e la storia dell'azienda attraverso un assemblaggio composito in cui la grafica si mette al servizio delle immagini per esaltare i colori e le forme creati da Spark.

 

20130917 ged spark6

 

Una porzione di brochure

 

Una porzione di brochure

 

Concept design
Luca Munari

Graphic design

Alessandro Ghezzi

Cliente

Sparks digital entertainement

 

Per approfondire

 

 

Share