testata

Far rivivere una stazione fantasma

Il candidato sindaco di Parigi, Nathalie Koziuscot-Morizet, ha presentato il suo progetto di ristrutturazione delle stazioni metropolitane della capitale francese abbandonate da più di 75 anni.

Certo, questi sono progetti per chi ha stazioni metro in eccesso rispetto al fabbisogno (e magari non per noi che fatichiamo ad avere quelle che ci servono), ma ci sembra un buon esempio di come ricreare la "finalità d'uso". 

 

Il progetto, prevede la creazione all'interno delle stazioni non più (o mai) usate di locali, teatri, ristoranti e, addirittura, giardini. 

Il progetto ha già scatenato la creatività di celebri architetti, l'agenzia Oxo architects, che si sono cimentati nella ideazione di possibili scenari da realizzare, non solo per alimentare l'immenso fascino che questi luoghi suscitano nella fantasia di cittadini e turisti, ma anche per sfruttare le potenzialità che propongono. Del resto, contro la molestia di rumori fastidiosi di un locale notturno, quale migliore risposta che metterlo sotto terra? 

 

Ed eccoli allora i progetti e che la fantasia possa davvero volare fino a immaginare cosa significherebbe, un giorno, fare qualcosa del genere anche da queste parti. 

 

La piscina

piscine

 

Un giardino

giardino

 

Un locale notturno

locale

 

Una galleria d'arte

 

gallerie

 

Un ristorante

ristorante

 

Un teatro

teatro

 

Fonti

Per le foto: 

Abandoned metro station, Paris

da www.oxoarch.com

 

Per approfondire

Abandoned Paris Metro Stations, Reborn as Nightclubs and Public Pools

da Wired

 

Parigi: metro makeover artistico delle stazioni abbandonate (FOTO)

da Vnews24

 

Share