testata

Gli italiani si interessano all'ambiente

Nel 2012, il 45 per cento della popolazione italiana ha dichiarato di interessarsi delle tematiche ambientali. Questo il primo dato presentato dal rapporto Istat Popolazione e ambiente, pubblicato lo scorso 4 aprile sul sito dell'istituto.

Un dato molto incoraggiante per lo sviluppo della sensibilità verso l'habitat che ci ospita e che dimostra quanto la molta informazione sul tema stia raggiungendo uno dei suoi obiettivi: la maggiore consapevolezza del "cittadino comune".

Lo stesso rapporto ci informa che 85 cittadini su cento si informano attraverso programmi televisivi e radiofonici, 54 leggendo i giornali. Pochi, però, sono coloro che si adoperano in una partecipazione attiva: solo 5 su 100 frequentano a conferenza sul tema ambientale, tre su cento aderiscono a iniziative ambientaliste, due (sempre su cento) si iscrivono ad associazioni a tutela dell'ambiente.

 

La preoccupazione per i rifiuti

La maggiore preoccupazione nei cittadini è causata dal grande tema dei rifiuti: inceneritori e discariche vicino alle abitazioni vengono infatti considerate nocivi dal 73 per cento dei cittadini, mentre per il 40 per cento il pericolo viene dalle industrie petrolifere, petrolchimiche o chimiche.
Proprio nel tema dei rifiuti, il rapporto indica che il 14,2 per cento delle famiglie dichiarano di non effettuare la raccolta differenziata: una percentuale molto ridotta rispetto al 33,6 per cento del 1998.
Rimane tuttavia il divario territoriale nella pratica della raccolta differenziata, con una partecipazione superiore alla media nella ripartizione nord-orientale (in particolare Trentino-Alto Adige, provincia autonoma di Trento e Veneto) e inferiore in quella meridionale (soprattutto in Calabria e Sicilia).

 

L'ambiente è sotto la nostra responsabilità

Ma oltre alla preoccupazione, il documento rivela come i cittadini abbiano la consapevolezza di quanto il tema dell'ambiente sia una responsabilità diffusa: il 70 per cento infatti indica che il compito della tutela sia dei cittadini stessi e delle istituzioni. Solo il 30 per cento lo associa all'azione delle imprese.
Mentre a livello territoriale sono le popolazioni settentrionali a realizzare comportamenti di tutela dell'ambiente, per titolo di studio la percentuale più alta si rileva nelle persone con una maggiore formazione.

 

Fonte

Popolazione e ambiente: comportamenti, valutazioni e opinioni

da Istat.it

Share