testata

L'etica non è uno scherzo

Mille euro all'anno per ogni cittadino. Per una famiglia con tre figli e due nonni in casa sono 7mila euro in un anno: poco meno di 600 euro al mese, ben più di una pensione minima (480 euro in Italia, 742 in Francia). Questo è quello che secondo l'associazione Libera, in uno spot televisivo che sta andando in onda in questi giorni, ci costa la corruzione: 60 miliardi di euro all'anno. Secondo alcune stime del ministero dell'Interno, in realtà sarebbero 80 miliardi di euro all'anno. 80 miliardi di euro, 160.000.000.000.000 del vecchio conio.

 

160 mila miliardi
E' una cifra spaventosa. Tredici zero. Un numero così grande che non si riesce a padroneggiare. Proviamo a capire cosa può vuol dire 80 miliardi.

Con 80 miliardi di euro si possono acquistare 8milioni 839mila 779 Panda 1.2 classic (senza nessuno sconto quantità). Mettendole in fila, una attaccata all'altra, creano un serpentone di 32mila chilometri, 32.651 chilometri per l'esattezza. Quattro quinti della circonferenza del pianeta che ci ospita. Contrattando un equo sconto quantità il serpentone delle Panda acquistate coprirebbero l'intera circonferenza.
Una collana che cingerebbe l'intera circonferenza della terra, è quella che si farebbe allineando le monete da 1 euro che comporrebbero 80 miliardi di euro. Una collana con cinquanta giri.

La distanza media tra la terra e la luna è di 384.413 chilometri. E' chiaro che la luna varia la sua distanza a seconda della posizione nell'orbita: nell'apogeo si trova a 405.506 km mentre nel perigeo la distanza è di 363.320 km. Unendo 160miliardi di monete da 50 centesimi di euro (cioé 80 miliardi di euro) si percorrerebbe questa distanza (media) per più di 5 volte. Dalla terra alla luna; dalla luna alla terra. E, ancora, dalla terra alla luna e dalla luna alla terra. E ancora una volta, dalla terra alla luna e, siccome giustizia c'è, almeno nella cosmosfera, i corrotti rimarranno esiliati sulla luna.

80 miliardi potrebbero rappresentare, in Italia, lo stipendio medio annuo per poco meno di 3milioni di nuovi professori di scuola secondaria superiore dopo quindici anni di insegnamento.

 

Lotta all'evasione o lotta alla corruzione?

80 miliardi sono meno dei 54 miliardi di euro che secondo il governo Monti questi cattivi italiani hanno evaso nel 2011.

Sempre nel 2011 la spesa pubblica nella sanità è stata di 112 miliardi.
74 miliardi di euro sono gli interessi passivi che l'Italia ha pagato nel 2009; 80 miliardi sono quelli previsti per il 2012.

Perché tutti questi esempi e confronti?
Perché 80 miliardi è un costo assurdo e impressionante! 80 miliardi per corruzione. Cioè soldi rubati agli italiani, dagli italiani che fanno acquisti; o dagli italiani che rilasciano autorizzazioni, permessi, programmi piani, circolari e leggi.
Dicendo 80 miliardi si capisce che è una cifra enorme, ma pronunciando questi dieci caratteri non si riesce a rendere la reale sensazione di quanto sia enorme? No, non la si ha. Con 80 miliardi di pressione fiscale in meno ripartirebbe lo sviluppo in Italia, e in modo deciso, Con 80 miliardi in più, quasi raddoppieremmo la spesa in sanità (ammesso, e non concesso, che sarebbe un bene il semplice incremento della spesa).

 

Il prezzo da pagare

80 miliardi che potrebbero spiegare perché, a parità di condizioni geomorfologiche un chilometro di Tav in Spagna costa 9.8 milioni di euro, in Francia costa 10.2 milioni, in Giappone 9.3 milioni e in Italia 77.65 milioni di euro (tratta Torino Milano) quasi 8 volte di più che in Spagna. Otto volte! Questo vuol dire che otto chilometri di linea ad alta velocità in Spagna costano quanto un km in Italia. Ovvero che come italiani con i soldi pagati per i 1.500 km di linee ad alta capacità operativi nel 2012, ne avremmo potuti avere più di 12mila, quasi il doppio delle rete autostradale in servizio nel Paese (6.532 chilometri). Non è ancora chiaro, traduciamolo: il Paese ha speso l'equivalente di una rete ferroviaria di altissima efficienza e eccezionale capillarità e invece ha efficienti solo le linee principali e situazioni disastrose fuori da queste direttrici.

 

Riprendiamo la domanda iniziale
Perché tutti questi confronti ed esempi?
Perché è bene ricordare che anche solo per una valutazione economica (e, quindi, senza entrare in valutazioni ben più importanti, quelle valoriali) l'etica non è un giochetto per boy scout o, come direbbe Bersani, ma non lo dice abbastanza per questo argomento, non si tratta di passare il tempo a smacchiare i leopardi.

La "distrazione" etica, l'elusione etica, in Italia costa almeno 80 miliardi di euro, ma sappiamo bene che il danno è infinitamente più alto sia economicamente che civilmente.

Ca va sans dire: l'etica è un bene comune, un prezioso bene comune.

Intangibile? tutt'altro!

 

Luca Massacesi

 

Share