testata

Quando i cittadini rinforzano le istituzioni

“Per trenta anni i partiti hanno provato a cambiare la Costituzione, ma le sole riforme le hanno fatte i cittadini attivi che, da venticinque anni a questa parte, stanno lavorando per trasformare la nostra democrazia pur agendo nel rispetto della Costituzione.

Forze sociali diffuse ma poco organizzate e indicate come minori, quindi per definizione politicamente deboli, hanno conseguito un effettivo empowerment  delle istituzioni, e alla lunga appaiono le sole portatrici di una riforma, avendo indotto una lenta ma significativa e non contrastabile trasformazione della nostra democrazia.


Di questo si discuterà nel ciclo di confronti promossi da Cittadinanzattiva a partire dal nuovo saggio “La forza riformatrice della cittadinanza attiva” (Carocci editore, 2013), di Giuseppe Cotturri, ordinario all’università Aldo Moro di Bari, già presidente di Cittadinanzattiva e fra i promotori ed estensore dell’articolo 118 comma 4 della Costituzione che, con la riforma del 2001, ha reso costituzionale il principio di sussidiarietà.


Il ciclo si apre a Milano il prossimo 17 giugno con l’incontro promosso da Cittadinanzattiva Lombardia e Ordine degli Avvocati di Milano, presso il aalone Valente, Palazzina Anmig via Carlo Freguglia 14, a partire dalle ore 18.15.

Poi a Roma, 25 giugno, con, tra gli altri Stefano Rodotà; a Torino, il 27 giugno, alla presenza anche di Gustavo Zagrebelsky e a Catania, il 5 luglio.

 

Share