testata

Conoscenza e luce

Abbiamo fatto riferimento alla definzione di Snowden della conoscenza come flusso e come oggetto. Una duplice natura che ci ricorda quella della luce: corpuscolo e onda. 

Cogliamo al volo questo link e ascoltiamo un incontro con Giovanni Reale che ci parla della luce nella filosofia antica (e non solo).

Del resto se parliamo di conoscenza, frequenteremo spesso l'amicizia e la ricerca della conoscenza stessa.

 

 


Free Joomla Extensions?t=4m46s

Share

Economia della conoscenza

Mettere in atto la conoscenza significa generare valore. 

Un tema che risale fin dai tempi più antichi ma che oggi sta assumendo il profilo di approccio strategico di fronte al cambiamento sociale ed economico che abbiamo la fortuna (o la sfortuna, scegliete voi) di vivere. 

 

La conoscenza è una risorsa

economica che, però, non fa più solo parte dei catalizzatori della generazione di ricchezza; essa stessa è ricchezza, è bene (economico). 

Ma non è un bene come tutti gli altri, si comporta in modo strano, rispetto agli altri, e per questo ha bisogno di un’attenzione particolare. 

 

I mediatori cognitivi

OfficineEinstein ha scelto di occuparsene perché crede che questa attenzione debba essere dedicata prima di tutto dai comunicatori, che rivestono il difficile e importante ruolo di mediatori cognitivi. 

Per abbassare tutto più a livello dello sguardo: d’accordo creare relazione e credibilità. Ma per raccontare cosa? Per far conoscere come? 

 

Il gioco si fa duro.