testata

La lezione di Vancouver

Mentre in un quartiere residenziale di Londra sono state allestite panchine con borchie allo scopo di impedire ai senzadimora di trovare rifugio notturno, iniziativa che ha suscitato la riprovazione del sindaco Boris Johnson ma che è stata replicata dalla catena di supermercati Tesco, da Vancouver arriva la proposta, già tramutata in realtà, di RainCity Housing, un'associazione impegnata nel fornire alloggio e soluzioni di supporto a persone in difficoltà.

 

La panchina double-face

Grazie alla collaborazione con l’agenzia Spring Advertising, sulle panchine è stata apposta una scritta a caratteri ultravioletti che reagisce alla luce del sole.

Durante il giorno le panchine, sul cui schienale si legge “This is a bench”, “Questa è una panchina”, assolvono al loro tradizionale funzione: aspettare un autobus o sedersi per leggere e conversare.

Di notte, invece, è ben visibile la scritta luminescente “This is a bedroom”, “Questa è una camera”. Ma l'idea rivoluzionaria è nel design dell'oggetto: lo schienale si solleva e diventa un riparo per la pioggia. Una panchina double-face.

 

La soluzione ideata da RainCity Housing non solo fornisce un supporto tangibile e fruibile alle persone in difficoltà, ma ha anche il merito di sollevare l'attenzione dell'opinione pubblica su un tema delicato e spesso dimenticato.

Un progetto di vero arredo urbano lontano sia dal populismo spiccio sia dalla carità di facciata, che affronta la questione alla radice con creatività, equilibrio ed efficacia.

 

La panchina double-face di RainCity Housing

 

La panchina di RainCity Housing di giorno

 

Share

Banner cittadini attivi

Etica e beni comuni

Dei beni comuni non se ne occupa nessuno. Solo i cittadini. E nel farlo si dimostrano culturalmente e politicamente più avanti della classe "dirigente", avendo capito che dalla cura dei beni comuni dipende la qualità delle loro vite. Dell'etica non se ne occupa nessuno. Nemmeno i cittadini.

Cosa sono i beni comuni?

Sono beni sia materiali (acqua, aria, paesaggio, spazi urbani, ambiente, territorio, beni culturali, strade, scuole, ospedali, biblioteche, musei), sia immateriali (riconoscimento del merito, etica,legalità, salute, conoscenza, cultura, lingua, memoria collettiva). Cos'é l'etica? Un bene comune

I beni comuni non sono nè pubblici (nel senso di beni dello Stato), nè privati. Nessuno può possedere i beni comuni, ma tutti li possono usare. Se vengono rispettati e utilizzati, si vive meglio.

Perché beni comuni e etica insieme?

Perché la cura dei primi e l'ossessiva regola personale della seconda sono le chiavi per un salto impressionante nella qualità della nostra vita, in particolare in Italia. E perché in entrambi i "casi" la situazione del nostro Paese è drammatica.