testata

La matassa

«È sempre così, quando si litiga, ognuno crede di avere ragione, e le ragioni di ognuno sono come fili che col tempo si ingarbugliano e diventano un'unica matassa. Il mondo è pieno di matasse, ogni famiglia ha la propria, più o meno ingarbugliata, come la famiglia di Paolo e Gaetano, che è un po' come se fosse la mia...»

 

In omaggio alla filosofia del "No power point" riflettiamo sull'uso didattico che possiamo fare di alcune scene tratte da film assai utili per discutere del concetto di conflitto, che in famiglia come al lavoro, nelle vicende private come in quelle professionali, è un elemento con cui dobbiamo fare i conti tutti i giorni.

 

In questa occasione riprendo dal blog dell'amico Stefano Cera tre scene molto interessanti tratte dai 95 minuti del film: "La matassa", di Salvatore Ficarra, Valentino Picone, Giambattista Avellino, con Salvatore Ficarra, Valentino Picone, Pino Caruso, Italia, 2009, Distribuzione: Tramp Ltd.

 

Questa scene possono essere un valido supporto per affrontare in aula il concetto (professionale, lavorativo, familiare, personale) di conflitto.

Don Gino, interpretato da Pino Caruso, per descrivere il contrasto che divide da anni le famiglie dei due protagonisti (i due comici Ficarra e Picone) utilizza una efficae immagine per spiegare come nei conflitti spesso ci si dimentica il motivo iniziale, si perda il "filo iniziale" che nel tempo si ingarbuglia diventando una matassa.

 


Free Joomla Extensions

 

Ma questo film ci fornisce anche altri spunti. Come dicevamo con il conflitto, che ci veda coinvolti o spettatori, dobbiamo fare spesso i conti ma è assai saggio smontarlo il prima possibile per riprendersi la propria vita. Come smontarlo? In primis, ma solo se c'è stata, anche indiretta, una richiesta di aiuto per uscire e sbloccare questa situazione, occorre cercare di ridare slancio vitale ad una situazione di stallo nel quale sono impantanate delle persone con i loro bisogni, aspirazioni, desideri, cambiando i punti di riferimento. In secondo luogo occorre restituire la responsabilità del conflitto ai suoi proprietari e cioè alla parti direttamente coinvolte.

Emblematica di questa trasposizione del conflitto la frase di Paolo (Valentino Picone):

«E comunque pace con te non la posso fare, perché mia mamma non vuole. Onora il padre e la madre, giusto don Gino?»

 


Free Joomla Extensions

 

Nelle prime due scene vediamo la stessa storia (una lite tra due fratelli che, alla loro morte, viene "ereditata" dai figli - Ficarra e Picone, appunto) attraverso due momenti diversi, all'inizio e dopo aver visto lo sviluppo della trama del film ed aver compreso i motivi della controversia stessa. Nella terza, invece, si vede il momento finale, la ricomposizione della controversia, tra i due cugini e, soprattutto, tra le loro madri.
Buona visione!

 


Free Joomla Extensions

 

Fonti

La matassa

Linkedin gruppo FormaMediazione

FormaMediazione

 

Share

Apprendimento in evoluzione

Parliamo di formazione. Di formazione continua. La scienza detta i tempi. Nell'era digitale le competenze delle persone devono seguire l'evoluzione dei prolungamenti tecnologici del corpo umano.

Il passaggio

dalla piuma d'oca alla penna biro; dalla tastiera della "lettera22" a quella del personal computer; da quella del cellulare o a quella dello smart phone non comporta solo nuove abilità manuali e inesplorate connessioni sinapsiche con dita diverse, ma anche originali visioni del mondo, un metodo diverso di abitarlo, la nascita di nuove abilità, la capacità di creare differenti livelli di apprendimento.

L'apprendimento continuo.

Inizia nella culla e si conclude alla fine della propria vita. Evolvono anche le metodologie didattiche, le tecniche pedagogiche. Scopo di questa sezione del sito di OfficineEinstein è di seguire questa evoluzione, di cogliere i primi indizi di cambiamenti contingenti o epocali, di informare delle nuove tecnologie e metodologie utilizzabili nei processi didattici e di apprendimento.