testata

Tra zappa e mouse

Chi conosce la cultura contadina anche solo di riflesso, avrà sicuramente almeno una volta sentito l'espressione: "una zappa ti ci vorrebbe".
Ora, quest'espressione potrà non essere più associata ai fallimenti di uno "scansafatiche", anzi diventare uno strumento di apprendimento (come è sempre stato) proprio come un ebook.  Anzi, insieme a un ebook.

 

La storia è quella dell'Istituto Ferraris Brunelleschi di Empoli che forma periti agrari e che, in previsione dell'Expo 2015, vuole promuovere le realtà agricole del territorio attraverso la partecipazione alle lezioni direttamente nelle aziende agricole e non solo in classe.

Ma come?

 

La classe digitale

Grazie al digitale e al mondo online, anche attraverso l'adesione al progetto Book in progress.
Una ristrutturazione della didattica che prevede la realizzazione della di classe rovesciata per mettere in atto strategie educative e didattiche diverse. L'aula diventa un micro laboratorio anche grazie alla lim (la lavagna multimediale) sempre connessa alla rete, può dare la possibilità di creare lezioni condivise.
In questo contesto il progetto Book in progress offre la versione ebook dei libri di testo e software per la condivisione anche a distanza dei contenuti delle lezioni. Una strada efficace non solo per il risparmio sui testi (soldi che servono per dare a ogni ragazzo un iPad), ma anche per superare e barriere spaziali che l'aula, per come la consociamo, implica, suo malgrado.

Proprio in quest'ultima direzione si sviluppa la "classe virtuale" realizzata su piattaforma Moodle, nella quale sono coinvolti tutti gli insegnati e gli alunni del consiglio di classe, dove approfondire, recuperare e perché no confrontarsi per la realizzazione di un programma scolastico più integrato tra le diverse materie.

 

Il ruolo della zappa 

Il dubbio di sempre è quello che la tecnologia diventi il fine e non il mezzo, ma ci sarà la zappa a rendere tutto più "terreno", ne siamo sicuri. E la ringraziamo per questo.

 

Fonte

Se la tecnologia sposa l'agricoltura. Mouse e zappa per i futuri periti

da Corriere.it

Share

Apprendimento in evoluzione

Parliamo di formazione. Di formazione continua. La scienza detta i tempi. Nell'era digitale le competenze delle persone devono seguire l'evoluzione dei prolungamenti tecnologici del corpo umano.

Il passaggio

dalla piuma d'oca alla penna biro; dalla tastiera della "lettera22" a quella del personal computer; da quella del cellulare o a quella dello smart phone non comporta solo nuove abilità manuali e inesplorate connessioni sinapsiche con dita diverse, ma anche originali visioni del mondo, un metodo diverso di abitarlo, la nascita di nuove abilità, la capacità di creare differenti livelli di apprendimento.

L'apprendimento continuo.

Inizia nella culla e si conclude alla fine della propria vita. Evolvono anche le metodologie didattiche, le tecniche pedagogiche. Scopo di questa sezione del sito di OfficineEinstein è di seguire questa evoluzione, di cogliere i primi indizi di cambiamenti contingenti o epocali, di informare delle nuove tecnologie e metodologie utilizzabili nei processi didattici e di apprendimento.