testata

Europa, Italia, Calabria.

CalabriaProgettazioneIntegrata è l'identità di un progetto di affiancamento all'amministrazione regionale per sviluppare competenze atte a favorire la capacità di progettazione integrata della stessa sul territorio amministrato.

Per essere più precisi, e meno burocratici, è l'identità (virtuale) di un laboratorio della regione Calabria che nasce dalla collaborazione e la sinergia tra l'Unione europea, la Repubblica italiana, la Regione Calabria.

Il brief ci richiedeva, quindi, un logo istituzionale che comunicasse il raccordo agile ed efficace della complessità e la presenza dei tre attori principali: Unione europea, la Repubblica italiana e la Regione Calabria.

 

Gli archetipi progettuali

Il percorso di progettazione del logo identitario nasce da una graficizzazione della multipolarità caratteristica della progettazione integrata per lo sviluppo locale applicata sulla geo morfologia della Regione. L’opportunità, per un logo che dovrà essere declinato in numerose varianti, di un concludere il percorso progettuale con un tratto di sintesi conduce a rappresentare questa multipolarità riconducendola ai tre attori principali. La composizione richiama la "C" dell'iniziale della regione (Calabria).

 

Stilizzazione della regione Calabria e percorso verso il logo

 

 

Gli attori principali

L’applicazione fondativa del logo è quella istituzionale che prende spunto dalla rappresentazione dei tre attori principali: l’Unione europea, la Repubblica italiana e la Regione Calabria. Ovvero di chi finanziava, nell'ordine, di chi aveva finanziato chi finanziava e chi doveva investire sul proprio territorio le risorse.

La bandiera cromatica segue questa scelta. Il blu dell’Europa, l’azzurro dell’Italia e l’oro della Calabria.

Sembra una scelta semplice da rispettare, ma l'esperienza ha poi dimostrato che questa volontà di mantenere evidente il ruolo paritetico, ma prevalente, di questi tre attori rispetto ad altri che partecipavano al processo di sviluppo locale, si è scontrata (come avvenuto anche in altre occasioni con altre amministrazioni pubbliche) con vincoli formali di regolamenti mai letti, mal letti, mal scritti e mal interpretati, ma che venivano applicati pedissequamente in ossequio di abitudini prive di contestualizzazioni logico razionale. Da ogni dove spuntavano nuovi marchi che potevano tranquillamente essere ospitati rispettando la gerarchia di una corretta comunicazione, ma che venivano richiesti con catafrattica visione, senza la capacità di filtrarne l'effetto comunicativo.

 

Il codice cromatico di CalabriaProgettazioneIntegrata

 

Tropea, bandiera europea e Francesco Panetta

 

 

Il logo di CalabriaProgettazioneIntegrata

L'applicazione istituzionale a colori.

 

Il logo istituzionale a colori

 

 

L'alfabeto della progettazione integrata

Ci si è orientati verso un colore neutro che non entrasse in concorrenza con i colori istituzionali e, cercato, un carattere (font) deciso, ben leggibile, chiaro e dotato di forte personalità. La ricerca si è rapidamente indirizzata verso un carattere “industriale”. Dopo aver analizzato storia ed usi di diversi di questi caratteri si è scelta un’identità visiva di stampo prettamente “regolatorio” e “ordinatore”. Il carattere “DIN” (Deutsches Institut für Normung), creato dall’Istituto tedesco per gli standard industriali nel 1936 come carattere-tipo per la tecnologia e i trasporti, venne, all’epoca, scelto perché aveva le caratteristiche perfette di leggibilità e riproducibilità. Due concetti che ben si attanagliavano alle attività di comunicazione previste.

 

Il carattere Din

 

 

Sfondi e campiture progettazione integrata

La semplice geometria del marchio e la sua simmetria consentono la creazione di tessiture che, utilizzando la cromia istituzionale, creano campiture personalizzate da utilizzare come sfondi, fregi e rifiniture delle varie applicazioni.

 

20130910 ged cpi5

 

 

L'identità in campo

Le prime applicazioni dell’identità coordinata di CalabriaProgettazioneIntegrata sono le conseguenze della natura relazionale dell’attività: assemblee, seminari, incontri con delegazioni. Anche in questo caso applicazioni burocratiche di un labirintico intrecciarsi di regolamenti mal scritti e mal letti hanno depotenziato la capacità di incidere dell'identità scelta, anche se la forte personalità dell'identità, l'applicazione rigorosa nelle declinazioni realizzate e la determinazione dell'amministrazione nel dare identità riconoscibile al processo ha, comunque, permesso di raggiungere il suo obiettivo.

 

Applicazioni dell'immagine coordinata

 

 

Uno sviluppo di CalabriaProgettazioneIntegrata

L’assistenza ai partenariati di progetto svolta dai “Laboratori territoriali di progettazione integrata e partecipata” è stata affidata a trentasei agenti di sviluppo locale, giovani laureati con il massimo dei voti e con almeno cinque anni di esperienza nello sviluppo locale delle comunità. CalabriaProgettazioneIntegrata sotto la declinazione dell’identità “training” ha impostato diversi percorsi di formazione dedicati agli agenti di sviluppo per definire obiettivi, procedure e linguaggi comuni.

 

L'identità di CalabriaProgettazioneIntegrata Training

 

La squadra

per il Formez Pa

Gerardo Castaldo, Sabrina Giuliano

per OfficineEinstein

Luca Massacesi, Alessandro Ghezzi, Eleonora Ripanti, Maria Cristiana Rinaldi

concept grafico

Luca Munari (Audiovisualgraphik)

graphic design

Alessandro Ghezzi (Audiovisualgraphik)

Joomla guru

Eleonora Ripanti

web master e file maker designer

Maria Cristiana Rinaldi

in redazione per il sito:

Teta Capua, Luca Massacesi, Eleonora Ripanti, Antonello Stella, Ester Sollazzo, Annita Vitale.

anno

2012-2013

 

 

Share

Archivio

Grafica e design

Nel nuovo modello di sviluppo, nella nuova società che vorremmo abitare, non deve esserci solo amore per il bello, ma, almeno,

il culto della bellezza.

Design e grafica sono due forme di arte "minore", ma che hanno un grande pregio, vivono affianco a noi.

 

Quello che caratterizza

il design e la grafica sono la ricerca dell'armonia, degli equilibri, dei giusti rapporti, del corretto accostamento cromatico, da abbinare alla praticità dell'uso, alla chiarezza della lettura, al riconoscimento dell'identità. Una ricerca nella quale OfficineEinstein si impegna per i propri clienti.