testata

#Moltomeglio: stupore o dissenso?

In questi giorni molti di voi avranno visto in rete o in giro per le vie di Roma, la campagna dell’Agenzia Capitolina sulle Tossicodipendenza #MOLTOMEGLIO un’alternativa alla droga. 
Questa campagna ha suscitato molte polemiche, non solo per il discutibile visual  che ha per protagonista un occhilauto ragazzo nerd teletrasportato direttamente dagli anni, colto nell' atto di assaggiare l'equivoca polvere bianca, che però è semplice zucchero a velo.

Tra le polemiche  anche la scelta dell’hastag, utilizzato per promuovere la campagna sui social: #moltomeglio: il messaggio relativo alla rinuncia alla droga è pressochè nullo.

Insomma un vero flop, che ha alimentato polemiche e disapprovazioni non solo dagli "addetti ai lavori" (comunicatori, grafici, copy etc.) ma dagli utenti di tutta la rete. 

 

20131222 ged moltomeglio2


Perfino il sindaco Ignazio Marino si è dissociato dalla campagna con un tweet
20131222 ged moltomeglio1

Al dissenso di Marino, ActRoma, ha risposto motivando che oltre ad aver gradito prima il parere del sindaco, il Comune non ha stanziato fondi per il loro dipartimento e quindi si sono dovuti arrangiare con poco meno di 2mila euro per la realizzazione e la stampa del manifesto.

Cifra effettivamente molto contenuta, tuttavia il dubbio che permane è se con un budget maggiore il risultato sarebbe stato migliore? Viene anche da domandarsi perchè non sia stato istituito un bando, magari per le scuole, per la creazione del manifesto, magari con premiazione simbolica, visto il tanto esiguo budget e considerata la volontà di sensibilizzare i giovani sul tema. Probabilmente la campagna avrebbe raccolto maggiore consenso.

Dal testo di presentazione della campagna, presente sul sito dell'ACT Roma, sembrerebbe che l'Agenzia avesse le idee non molto chiare, tuttavia dichiara che:

«La campagna ha suscitato commenti tra i più disparati, alcuni anche controversi ma l’obiettivo era proprio questo: focalizzare l’attenzione sul problema, far emergere gli aspetti più veri e fugare con un tweet ogni possibile dubbio».

 

L'agenzia sembra adottare quindi la posizione del principio "Bene o male, purchè se ne parli"... che Oscar Wilde sia stato l'ispirazione del fautore del manifesto? Personalmente ho i miei dubbi.

 

 

Fonti

actroma.it

Twitter

dirittodicritica.com

 

 

Share

Archivio

Grafica e design

Nel nuovo modello di sviluppo, nella nuova società che vorremmo abitare, non deve esserci solo amore per il bello, ma, almeno,

il culto della bellezza.

Design e grafica sono due forme di arte "minore", ma che hanno un grande pregio, vivono affianco a noi.

 

Quello che caratterizza

il design e la grafica sono la ricerca dell'armonia, degli equilibri, dei giusti rapporti, del corretto accostamento cromatico, da abbinare alla praticità dell'uso, alla chiarezza della lettura, al riconoscimento dell'identità. Una ricerca nella quale OfficineEinstein si impegna per i propri clienti.