testata

Angolo-B-olognA

Anche OfficineEinstein ha partecipato al bando di concorso di idee internazionale "Bologna City Branding" per la progettazione grafica del marchio/logotipo e del relativo payoff per la promozione della Città di Bologna.
Il marchio / logotipo doveva essere rappresentativo delle peculiarità e di tutti gli elementi che compongono il volto della città.
Il progetto d’identità doveva diventare anche un “sigillo di qualità” per i comportamenti degli attori locali, per le molteplici azioni di promozione e per le numerose gamme di articoli e merci che possono essere prodotte.
Noi di Officine abbiamo partecipato al concorso in due gruppi, entrambi tra gli esclusi: CRIL e ALEL

 

Angolo Bologna, un palindromo, o quasi di CriL

CRIstiana e Luca hanno presentato un marchio che pone al centro un gioco linguistico: Angolo Bologna.
Bologna, se tolta la “b” e letta al contrario, presenta una nuova parola: angolo. Proprio per la “b” di troppo, abbiamo un palindromo incompleto.
Graficamente le due parole, riflesse una nell’altra, sono inscritte all’interno di una stilizzazione estrema dei portici, che sono uno dei simboli della città, che ne è ricca.
Una sintesi, quella che presentiamo che riporta l’integrazione all’interno della struttura architettonica coinvolgente, ma che allo stesso tempo, porta con sé il bagaglio di significati presenti nell’immagine dell’angolo.

 

20140323 ged Cril1  20140323 ged Cril2

Angolo-B-olognA: palindromo (dal greco antico πάλιν "di nuovo" e δρóμος "percorso", col significato "che può essere percorso in entrambi i sensi") è una sequenza di caratteri che, letta a rovescio, rimane identica.

Per esempio in italiano: " i topi non avevano nipoti"

 

20140323 ged Cril3

Struttura della campagna

La campagna che avrà come oggetto Angolo Bologna, presenta quattro declinazioni distinte, definite da quattro diversi modi di leggere il marchio e di intendere l’immagine dell’angolo, con diverse cromie.

20140323 ged angolo ocra   20140323 ged angolo viola

20140323 ged angolo giallo  20140323 ged angolo verde

 

Dietro l’angolo

La vicinanza di Bologna come centro prossimo e di snodo per importanti mete italiane.
Bologna è vicino a Firenze, Milano, Venezia, ma anche al mare e agli Appennini.
Per la sua dimensione a misura di uomo, Bologna ha una vicinanza fisica (tanto che è possibile attraversarla piacevolmente a piedi o in bicicletta), ma anche nello spirito dell’ospitalità. Bologna è prossima, cortese, civile e gentile.
Vicina alle persone e alle loro necessità.

 

20140323 ged Cril appl3  20140323 ged Cril appl5

 

Cosa c’è dietro l’angolo

Riprendendo il concetto di cammino, questa declinazione è legata agli itinerari possibili. Un’idea che riprende l’esplorazione della città, proprio attraverso i suoi portici e che coniuga insieme i due movimenti più affascinanti della scoperta della città.
Una guida sicura, i portici, ma nello stesso tempo la sorpresa di cosa ci sarà dietro l’angolo e la meraviglia che ne scaturisce.

 

20140323 ged Cril appl1

 

L’angolo del benessere, del cibo, del sapere, della bellezza 

La campagna si centra sull’immagine di angolo come spazio riservato. Una impostazione che consente di mettere in rilievo, attraverso l’esplicito richiamo al singolo elemento, un singolo aspetto della città, quello che si intende promuovere.

 

20140323 ged Cril appl2

 

Bologna riflessa

Di maggiore spessore immaginifico, questa declinazione riprende l’idea di palindromo mettendo in evidenza che il marchio è un riflesso non solo di Bologna, ma anche dei suoi ospiti e dei suoi cittadini.
Bologna rappresenta non un semplice luogo, ma l’insieme della vita, dei servizi, delle persone, della cultura che la alimentano.
Tutto questo è Bologna, che si riflette in ogni angolo che la compone.

 

Fonti

Urban Center Bologna

Aiap

 

Leggi anche

Ghezzi A. (2014), Bologna, la nostra proposta.OfficineEinstein, 23 marzo 2014

Rinaldi C. Munari L. (2014), Angolo-B-olognA, OfficineEinstein, 23 marzo 2014

Ghezzi A. (2014), Tre loghi a giudizio, OfficineEinstein, 18 marzo 2014

De Santis V. (2014), La nuova Genova, OfficineEinstein, 23 marzo 2014

Ghezzi A. (2014), Una X per Napoli, OfficineEinstein, 28 settembre 2014

Ghezzi A. (2014), Porto, la nuova identità., OfficineEinstein, 22 ottobre 2014

 

Share

Archivio

Grafica e design

Nel nuovo modello di sviluppo, nella nuova società che vorremmo abitare, non deve esserci solo amore per il bello, ma, almeno,

il culto della bellezza.

Design e grafica sono due forme di arte "minore", ma che hanno un grande pregio, vivono affianco a noi.

 

Quello che caratterizza

il design e la grafica sono la ricerca dell'armonia, degli equilibri, dei giusti rapporti, del corretto accostamento cromatico, da abbinare alla praticità dell'uso, alla chiarezza della lettura, al riconoscimento dell'identità. Una ricerca nella quale OfficineEinstein si impegna per i propri clienti.