testata

Spiderman al buio

29 marzo, domani. L'ora della Terra o, globalmente conosciuta come Earth Hour. Si ripete la mobilitazione del Wwf contro i cambiamenti climatici, nata nel 2007.

Ne abbiamo parlato diffusamente già qui.

 

L'iniziativa è di una semplicità disarmante: spegnere alle 20 e 30 e per un'ora tutti i dispositivi elettronici e le luci, per salvare il mondo dai cambiamenti climatici che stanno sconvolgendo il nostro habitat.

 

La chiamata al movimento coinvolgerà tutte le maggiori città del mondo: a Roma, per esempio, si spegnerà la facciata di San Pietro e, quest'anno, va al di là del mondo reale, coinvolgendo il supereroe Spiderman

 

Il 23 aprile infatti uscirà nelle sale “The Amazing Spider Man 2: il potere di electro” e l'occasione è ghiotta per trasformare l'attesa del film in sensibilizzazione verso una tematica così importante.

Del resto ci sembra il miglior supereroe per evidenzare quanto ognuno di noi possa fare qualcosa nel suo piccolo. Ricordate no il payoff dell'uomo ragno:

«Da grandi poteri derivano grandi responsabilità».

Se è così, abbiamo la responsabilità anche di accendere o spengnere un interruttore.

 

Eccolo allora il testimonial d'eccezione di quest'anno:

 


Free Joomla Extensions 

 

L'iniziativa, oltre a superare i confini della fantasia, supera i confini del reale: non possono allora mancare social network, raccolta fondi e il coordinamento globale attraverso il web.

Insomma, buon buio a tutti.

 

Share

Habitat del terzo millennio

Sostenibilità.

Questa è la parola d'ordine dell'habitat del terzo millennio. Lo spazio fisico che ci circonda e nel quale viviamo dovrà, inevitabilmente, diventare sostenibile.

Impatto zero.

L'impatto dell'impronta ecologica e del consumo energetico dei manufatti che arrederanno il nostro habitat futuro dovrà essere pari a zero.

Energie dolci e rinnovabili.

Dalle grandi reti energetiche dovremo passare a una infrastrutturazione del territorio basata su produzione locale, con fonti alternative e rinnovabili.

Paesaggio e bellezza.

Ovunque, ma più che mai nella nostra penisola la regola che dovrà condurre la mano dei nostri progettisti e governanti è l'esaltazione della bellezza del paesaggio italiano.

Nel rispetto di questi capisaldi si svilupperà l'intervento e l'attenzione di OfficineEinstein.