testata

Un cubo vuoto con sorpresa

Una ex piccionaia a Barcellona è stata trasformata in un appartamento confortevole ed abitabile. Un design ispirato a quello delle barche, dei piccoli spazi, che riprende le linee pulite dell’architettura giapponese. Secondo il proprietario questa abitazione è il mix giusto per vivere comodamente ed avere tutto alla portata di mano. Cucina, bagno, camera, mobili, divano tutto in un unico ambiente.
Quando Christian Schallert non cucina, non si veste, non dorme o non mangia, il suo appartamento si presenta come un cubo vuoto.
Praticità senza compromettere l'estetica, questi 24 metri quadrati offrono tutti i comfort di una casa più grande: tutto viene ripiegato ordinatamente nelle pareti.
Per usare uno qualsiasi dei suoi mobili, Schallert deve semplicemente cliccare su uno dei pannelli a parete e … voilà! La cucina, il tavolo, o il guardaroba appaiono. Il letto si srotola da sotto il balcone, e la doccia è una scatola di vetro in un angolo. In un piccolo spazio, tutto è a portata di mano.
Christian Schallert ci dice:

«In fin dei conti di cosa avete bisogno per vivere? Avete bisogno di un materasso piacevole e comodo, belle lenzuola pulite, acqua corrente, una doccia, e una cucina per cucinare ... Non si ha bisogno di più di queste cose».



Free Joomla Extensions?t=2s

 

Leggi anche

Ilaria Massacesi (2015), Ecocapsule, OfficineEinstein, 28 Maggio 2015.

Camilla Massacesi (2014), Smart Student Unit, OfficineEinstein, 10 Gennaio 2014.

Veronica De Santis (2014), Case intelligenti, per studenti esigenti, OfficineEinstein,13 Gennaio 2014.

 

Share

Habitat del terzo millennio

Sostenibilità.

Questa è la parola d'ordine dell'habitat del terzo millennio. Lo spazio fisico che ci circonda e nel quale viviamo dovrà, inevitabilmente, diventare sostenibile.

Impatto zero.

L'impatto dell'impronta ecologica e del consumo energetico dei manufatti che arrederanno il nostro habitat futuro dovrà essere pari a zero.

Energie dolci e rinnovabili.

Dalle grandi reti energetiche dovremo passare a una infrastrutturazione del territorio basata su produzione locale, con fonti alternative e rinnovabili.

Paesaggio e bellezza.

Ovunque, ma più che mai nella nostra penisola la regola che dovrà condurre la mano dei nostri progettisti e governanti è l'esaltazione della bellezza del paesaggio italiano.

Nel rispetto di questi capisaldi si svilupperà l'intervento e l'attenzione di OfficineEinstein.