testata

Marketing teatrale

Non so pensare sia una trovata geniale o un insulto a noi donne.
Sembra che appendere quattro palline gialle e blu nel water possa rendere la vita molto più piacevole, quasi come essere teletrasportati in paradiso.
Come tutti sappiamo, le faccende domestiche, la spesa, e la crescita dei figli sono considerate dal pensiero comune un lavoro da donne. Infatti è a loro che questa campagna è dedicata.
Direi che, dalle reazioni delle malcapitate o meglio capitate-per-caso, la cosa sia innocua e divertente.


Personalmente non so come avrei reagito, voglio pensare che dopo una prima espressione di sorpresa mi sarei goduta lo spettacolo.
Molti uomini ora lavorano in casa e fanno lavori di casa. Anche la spesa, ma il rapporto rimane sempre pendente verso il sesso femminile, tra esperienza casalinga e quella dei giri al supermercato, direi: otto a uno.
Ma si, se domani vado al supermercato, una pausa divertente, da raccontare e divulgare a parenti e amici, ci sta.

 

Flush to paradise, per ora tirate lo sciacquone e sorridete a denti stretti… in paradiso.


Free Joomla Extensions

 

Comunque, una volta uscita dal bagno magico, non credo comprerei il prodotto che tanto ha speso per questa pubblicità.

 

La spesa la faccio con i numeri in testa ...

... il gusto nel palato e il cervello nel portafogli.

In questo sono un database ambulante, scelgo i supermercati con i cartellini segnaprezzo con il prezzo al chilo, anche quando ci sono le offerte. In genere è scritto piccolino, in nero, sotto il prezzo scritto in rosso, grande.
Non fatevi abbindolare dai bassi costi del pacchetto che magari costa meno di tutti gli altri, ma pesa anche la metà.
Ma parlarne si, questo obiettivo sicuramente sarà raggiunto. Questo breve articolino ne è la prova.
Di nuovo, sorridete e dimenticate.
La spesa oggigiorno è una cosa seria, solo noi mamme, centro del focolare domestico lo sappiamo.

 

 

Share

Archivio

Immagini e realtà

Immagine e realtà. Un confine che è sempre stato assai labile, ma che con l'avvento delle nuove tecnologie è diventato indefinibile e sofisticato.

Realtà e irrealtà

Cercheremo di indagare come la realtà e l'irrealtà è stata rappresentata attraverso immagini. Parleremo quindi di arte, di cinema, di fotografia, di realtà virtuale; ma anche di mitologia e di letteratura.

Definire un non-confine

Non abbiano ancora chiare le idee di come ne parleremo e con quali equilibri. Questi ultimi li metteremo "a fuoco" man mano che andremo avanti, perché non è affatto facile definire un non-confine.