testata

Rondini, melodie di primavera.

Gli uccelli, con voli imprevedibili ed ascese velocissime, hanno da sempre ispirato musicisti e compositori.

Ricordiamo, tra gli altri: Franco Battiato con “Gli uccelli” (citato nell'incipit); i Beatles con “Free as a bird”; gli Oasis con “Birdsong”; i Jefferson Airplane con “High flying bird”.

 

D'altronde che la natura sia fonte d'ispirazione di progetti artistici non rappresenta di certo una novità, però, in questo articolo, ci piace premiare l'originalità del processo creativo.

Forse non è andata esattamente come sostiene l'autore Jarbas Agnelli ma, in ogni caso, il risultato è poetico e divertente.

 

Come nasce la canzone ispirata dagli uccelli

La storia è questa. Una mattina, durante la lettura di un giornale, Jarbas vede una fotografia di uccelli appollaiati sui fili dell'alta tensione. Ispirato dall'immagine che richiama un pentagramma, compone una canzone con la posizione esatta degli uccelli come note musicali.

Terminato il progetto invia la canzione al fotografo, Paulo Pinto, che racconta la storia al suo editore.

L'esito?

Primo premio allo YouTube Play Guggenheim Biennale Festival. Ascoltiamola.

 


Free Joomla Extensions

Share

Archivio

Immagini e realtà

Immagine e realtà. Un confine che è sempre stato assai labile, ma che con l'avvento delle nuove tecnologie è diventato indefinibile e sofisticato.

Realtà e irrealtà

Cercheremo di indagare come la realtà e l'irrealtà è stata rappresentata attraverso immagini. Parleremo quindi di arte, di cinema, di fotografia, di realtà virtuale; ma anche di mitologia e di letteratura.

Definire un non-confine

Non abbiano ancora chiare le idee di come ne parleremo e con quali equilibri. Questi ultimi li metteremo "a fuoco" man mano che andremo avanti, perché non è affatto facile definire un non-confine.