testata

Design nel temporary management

L’analisi della cultura è un elemento imprescindibile per allineare valori, sentimenti, obiettivi e comportamenti nei momenti di discontinuità e cambiamento, per migliorare e allineare la performance aziendale e individuale tra loro.

 

Analogamente diagnosticare la cultura è un metodo insostituibile per creare una maggiore armonia tra la ‘domanda di prestazione e l’offerta interna di motivazione e ricompensa’ che l’azienda offre nel suo ciclo di vita, cui un temporary manager si affianca per un periodo di tempo limitato.

 

Così la forma e l’architettura di un programma o progetto di temporary management a supporto della proprietà e degli azionisti richiede prevalentemente:

  • una chiara comprensione attuale dell’organizzazione e delle sue caratteristiche (valori, struttura, obiettivi, cultura e visione);
  • una determinazione della posizione di partenza e della posizione di arrivo desiderata, per disegnare il percorso di cambiamento;
  • l’individuazione dei corretti strumenti di accompagnamento (diagnostici organizzativi e culturali appropriati), sull’organizzazione e sui sistemi premianti, per avere una missione definita e programmabile/revisionabile nel tempo.

 

tm 2 2 new-small 

Figura 1 Elementi dell'architettura di un progetto di Temporary Management

 

L'assessment della cultura d'impresa nei progetti di temporary management

 

Un percorso di valutazione della cultura d’impresa in una Pmi, in presenza di un temporary manager, risponde ai seguenti obiettivi:

  • chiarire il ruolo che svolge la cultura organizzativa aziendale nell’esecuzione di una strategia di successo, che si avvale per un periodo di tempo di un temporary manager;
  • presentare individualmente e collettivamente (cabina di regia: composta da proprietà, squadra dei dirigenti e quadri coinvolti, temporary manager) i punti di vista sulla cultura attuale e su quella obiettivo per misurare i gap esistenti;
  • articolare correttamente le componenti culturali a sostegno della strategia di business definita dalla proprietà, cui si affianca il temporary manager, in termini:
    • bilanciamento delle aspettative aziendali di successo e, o, cambiamento tra loro;
    • bilanciamento tra priorità strategiche, obiettivi aziendali ed esperienze del temporary manager, in eventuale competizione tra loro;
    • ricerca del migliore equilibrio tra aspettative di performance aziendali e caratteristiche delle performance individuali ottenibili, attraverso il contributo fondamentale del temporary manager, per tutta la durata del progetto;
    • creazione e raggiungimento e, o, sostegno del consenso intorno alle soluzioni più facilmente percorribili, basate sui punti di forza esistenti e le migliori "best practices" che il temporary manager è in grado di apportare;
  • individuare ‘dove e come agire in modo efficace’ secondo due direttrici:
    • eliminare o ridurre le caratteristiche culturali inutili o non necessarie per l’azienda per il percorso di cambiamento intrapreso, con il supporto del temporary manager;
    • mantenere, incrementare o costruire le caratteristiche culturali vitali o di miglior sostegno per raggiungere la strategia di business definita dalla proprietà e condivisa con il temporary manager;

il tutto a parità di costi o, se possibile, a meno.

 

 tm 2 3-small

Figura 2 Percorso di assessment della cultura nei progetti di temporary management

 

Paolo Petrucciani

 

Fonti
Share

Comportamenti aziendali

Ci interessa ragionare sull'organizzazione delle strutture, sulle metodologie, sulle discipline che regolano le organizzazioni.

Teoria e pratica

Ma ben sappiamo che la modellistica è poca cosa se non viene applicata, e che per aver successo deve diventare un comportamento adottato dalle persone che costituiscono l'organizzazione.

Rapporto tra qualità e efficienza

Le aziende, non quelle monopolistiche, né spesso quelle pubbliche, tra le varie forme organizzative, sono quelle costrette a dedicare molto impegno per trovare i modelli organizzativi più sofisticati ed efficaci. Il corretto rapporto tra qualità e efficienza ne garantisce la sopravvivenza.

Per il bellessere

Per questo studieremo le aziende per anticipare comportamenti che potranno essere declinati per tutte le organizzazioni che riuniscono risorse e persone per raggiungere degli obiettivi.
Che per OfficineEinstein devono essere obiettivi sostenibili, solidali ed etici finalizzati a migliorare il bellessere dei uomini e donne.