testata

Per una storia delle relazioni pubbliche

Un gruppo di soci e dirigenti della Ferpi, insieme a docenti universitari invita ricercatori, professionisti e operatori a partecipare alla creazione di una rete volontaria e interdisciplinare tra tutti coloro che sono interessati alla storia delle relazioni pubbliche in Italia, in Europa e nel mondo (sociale, sociologica, politica, economica, psicologica, scientifica, tecnologica, comunicativa e organizzativa).

 

Relazioni pubbliche intese come le attività consapevoli e programmate dell’organizzazione (sociale, pubblica, privata) che si proponga di migliorare le relazioni con i suoi pubblici influenti per accelerare il raggiungimento dei propri obiettivi e contribuire ad accrescere la sua legittimazione sociale (licenza di operare).


Da quattro anni, grazie anche al successo di una conferenza internazionale annuale dedicata, si è costituito un network internazionale che ha come’ hub’ la Bournemouth University (Uk).
Da pochi giorni è stato anche presentato a Barcellona al congresso Euprera (European public relations research and education association) l'European public relations history network, che ha già raggiunto un centinaio di iscritti provenienti da quattordici Paesi.

 

Ciascuno di noi che, a diverso titolo, firma questo appello ti invita ad Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. , e a farci sapere se desideri anche partecipare a un paio di webinari consecutivi e dedicati che si terranno dalle 10 alle 12 del 5 novembre e, o, dalle 15 alle 17 del 14 novembre.

 

I due webinari dovrebbero consentirci di predisporre un piano di azione specifico che ci consenta di portare un contributo di valore al network europeo e a quello mondiale.

 

Grazie per l’attenzione.

Toni Muzi Falconi, professionista di relazioni pubbliche e docente alla Lumsa e alla NewYork university
Ferdinando Fasce, ordinario di storia contemporanea, Università di Genova
Elisabetta Bini, assegnista di ricerca, Roma Tor Vergata
Gherarda Guastalla Lucchini, professionista di relazioni pubbliche
Rossella Patalano, studente Lumsa
Biagio Oppi, Ferpi e Global alliance delegate
Fabio Ventoruzzo, partner Fb&associati
Gabriele Cazzulini, relatore pubblico digitale
Giampaolo Azzoni, ordinario di comunicazione e relazioni pubbliche, università di Pavia
Rossella Sobrero, Koinetica
Anna Martina, consulente di comunicazione strategica


Giampietro Vecchiato, senior partner P.R.consulting  e docente università di Padova

Luca Massacesi, Officine Einstein.

 

Per approfondire

In generale

Un primo indice di archivi
I paper presentati fino ad oggi

Share

Banner Pillole di buona comunicazione

Ofe4.1-sgcp

Banner volti comunicazione

Archivio

Politiche di comunicazione

Per chi si occupa di una professione capita spesso di ritenere che questa professione sia al centro del mondo. Se non altro per questo ci potrà essere perdonato quando sosteniamo che:

 
la comunicazione è tutto!

Certamente non è tutto, ma la sua trasversalità la rende simile al prezzemolo, sta bene ovunque.

 
Parleremo

quindi di strategie di comunicazione e delle conseguenti tecniche.

Parleremo di strumenti, di attività, di canali di comunicazione.

 
Sopratutto noi

di OfficineEinstein indulgeremo a rileggere la comunicazione come una competenza da saper adoperare con maestria per accompagnare il cambiamento senza indulgere alla manipolazione.