testata

Un anno in numeri

Eccoci qui, 365 giorni dopo aver inviato il primo magazine on line a 3.937 nominativi di amici, colleghi, conoscenti e persone con cui eravamo entrati in contatto.

L'inaugurazione vera e propria, l'apertura del sito agli internauti, è avvenuta, infatti, il 6 marzo del 2013, con la spedizione del primo magazine settimanale anche se la costruzione del sito e il suo primo "insediamento di contenuti" è partito intorno al 20 dicembre del 2012.

 

In sintesi, i primi dodici mesi

Oltre 100mila pagine viste in dodici mesi da oltre quarantamila internauti, oltre 550 nuovi contenuti con una prevalenza di quelli dedicati alle politiche di comunicazione, alla grafica e al design, ai social network svelando l'anima di comunicatori dei redattori di Officine Einstein.

Donne e uomini di Officine Einstein hanno partecipato a

  • due comunità di ricerca avviate dall'Aif (associazione italiana dei formatori) Lazio,
  • alle attività di Labsus, il laboratorio per la sussidiarietà e l'amministrazione condivisa;
  • alle attività sociali dell'Aif e della Ferpi (federazione relazioni pubbliche).

 

Come "associazione di idee" Officine Einstein ha aderito:

  • aderito al Tavolo civico per migliorare lo Stato che, proprio il 6 marzo di quest'anno, si incontrerà con il segretario generale della Presidenza del consiglio per esporre come pensa di migliorare lo Stato;
  • aderito ImpresaAperta, a favore dell'engagement dei pubblici interni di un'organizzazione, e proprio il 6 marzo di quest'anno presentermo l'iniziativa al primo livello dei dirigenti dell'Acea, l'azienda romana per la distribuzione dell'acqua e dell'energia elettrica;
  • avviato la collaborazione con l'Architetto contemporaneo di Torino per proporre, prima a Torino e nel 2014 a Roma, la giornata dello sbaracco;
  • avviato la collaborazione con l'associazione "Industria dell'esperienza" per la rubrica SoloNotiziePositive a favore di un'Italia che ancora c'è, nonostante la plutocrazia della nostra classe dirigente;
  • avviato la collaborazione con l'associazione "La bottega del cambiamento" per la rubrica Pillole di buona comunicazione, dedicata a buone norme da tenere a mente nelle proprie attività di relazione con altri esseri umani.

 

E siamo pronti per il lancio, nel 2014, del progetto per la scuola di EcoArtDesign a Roma.

Abbiamo inoltre partecipato a due contest:

 

Un po' di numeri

Iniziamo con alcuni numeri. Dal 6 marzo ad oggi sono state visitate 104.740 pagine, da 40.858 internauti, con una media di 2,6 pagine per visitatore. 

Abbiamo pubblicato in 365 giorni 566 articoli, 1,55 al giorno, nelle nostre dodici rubriche, ma abbiamo anche aperto sette nuove sezioni del sito; in ordine cronologico, quattro già avviate:

  • Pillole di buona comunicazione,
  • La comunicazione politica,
  • Ottimizzarsi,
  • SoloNotiziePositive,

tre pronte per andare a regime nel corso del secondo anno:

  • I volti della comunicazione,
  • Cittadini attivi,
  • Io partecipo.

 

Come sono distribuiti i contenuti di Officine Einstein

In linea di principio l'intenzione era di sviluppare le dodici sezioni del sito in modo uniforme, con una trentina di contenuti per ogni sezione per il primo anno; regola da rispettare con libertà. E alla libertà ci siamo appellati visto che la sezione più ricca di contenuti ha quasi quattro volte gli articoli di quella più scarna. Vediamo, dunque, quali sono gli argomenti che hanno maggiormente colpito la nostra attenzione.

I contenuti si sono distribuiti tra le dodici sezioni in questo modo: 

  • politiche di comunicazione, 84 contenuti
  • grafica e design, 68
  • reti e social network, 57
  • immagini e realtà, 57
  • verso un nuovo modello di sviluppo, 45
  • sviluppo e identità locale, 40
  • evoluzione dell'apprendimento, 39
  • habitat del terzo millennio, 34
  • comportamenti aziendali, 30
  • etica e beni comuni, 26
  • economia della conoscenza, 24
  • amministrazione condivisa, 22 contenuti.
I più letti

Quali sono i contenuti che hanno incontrato il maggior numero di lettori. Ovviamente le pagine di servizio, di carattere generale:

 

Andando invece sui contenuti veri e propri:

Le caratteristiche professionali dei nostri lettori

Il nostro magazine on line è stato inviato ogni settimana, per 51 settimane, all'inizio a 3.937 persone che man mano sono cresciute fino ad arrivare agli 8.526 di questo magazine. Tra questi:

  • 1.100 dirigenti o titolari di aziende private,
  • 1.084 professionisti delle relazioni pubbliche,
  • 847 liberi professionisti,
  • 821 amministratori locali,
  • 607 grafic designers,
  • 399 amministratori pubblici,
  • 358 professori universitari,
  • 184 ricercatori sociali,
  • 135 giornalisti,
  • 128 esponenti del terzo settore,
  • 32 rappresentanti di associazioni di categoria,
  • 16 politici.

In 501 hanno chiesto di disiscriversi (5,1%).

 

Geograficamente i nostri dati non riflettono la realtà. Infatti su 9.742 nominativi quasi il 70 per cento (6.469, il 66,4 per cento) non sono localizzati e quelli identificati geograficamente dipendono dalla tipologia dell'indirizzario o dalla nostra conoscenza "fisica" delle persone. Ne consegue che il Lazio è capolista. Comunque ecco come sono distribuiti i nostri lettori, alla luce delle informazioni presenti sul data base sviluppato da OfficineEinstein:

  • Lazio 1.185,
  • Calabria 763,
  • Lombardia 340,
  • Emilia Romagna 301,
  • Piemonte 137,
  • Veneto 82,
  • Campania 81,
  • Toscana 72,
  • Trentino Alto Adige 52,
  • Puglia 43,
  • Sicilia 37,
  • Marche 30,
  • Friuli 27,
  • Abruzzo 27,
  • Umbria 27,
  • Sardegna 21,
  • Basilicata 7,
  • Molise 2,
  • Valle d’Aosta 2.
Share

Banner io partecipo

Anche Officine su Facebook