testata

Il copywriter trova la sua strada grazie al seo?

Nella pubblicazione dei diversi articoli per l'ottimizzazione seo abbiamo incontrato prepotentemente le tecniche di scrittura finalizzate a conquistare i primi posti nella classifica di Google. 

Da un lato la centralità dei contenuti, dall'altro le tecniche più operative di come si ottimizza una pagina web sollevano alcune considerazioni su coloro che devono scrivere questi benedetti testi. 

Possiamo distinguere le riflessioni sorte in due grandi temi: 

  • la figura del copywriter in relazione alla qualità dei contenuti
  • come scrivere un testo per il web. 
Copywriter non più tuttologo

Una delle maggiori accuse, malgrado gli anni che passano, che fanno alla comunicazione in generale e ancora di più alla figura del redattore è di essere un professionista che parlando di tutto non sa niente. 

Questa considerazione, che forse non è un pregiudizio, pregiudica però nei fatti la credibilità del copywriter del quale non ci si fida. I tecnici della materia di cui il testo deve parlare spesso hanno paura che la materia stessa sia tradita perchè affrontata e raccontata da chi non è tecnico e quindi operano un controllo eccessivo sulla stesura del testo. 

Il problema è che questo controllo, se corretto da un punto di vista dei contenuti, sfocia troppo spesso anche nella forma: sono messe in discussione le norme redazionali, lo stile pensato per il web, gli sforzi per la semplificazione, la scelta di scrivere un testo per chi legge e non per chi scrive. 

Studiare come si scrive per l'ottimizzazione seo sembra mettere le cose al proprio posto, definendo i ruoli: i tecnici scrivano un testo secondo i loro dettami professionali, il seo copywriting lo metta a posto perchè Google lo legga e lo apprezzi. 

Una distinzione di competenze a nostro avviso utile per entrambi ma che richiede un avvicinamento, come in tutte le colllaborazioni: da un lato, infatti, il tecnico deve accettare che il suo testo possa essere "stravolto" dall'intervento del redattore; dall'altro il redattore deve fare lo sforzo di studiare la materia almeno per capire cosa è semplificabile. 

Allo stesso tempo a quest'ultimo è chiesto fortemente di specializzarsi: scrivere seo e non scrivere e basta (che siamo capaci tutti se abbiamo avuto una buona prima elementare e la voglia di leggere). 

Una nuova ingegneria dello scrivere?

La seconda riflessione riguarda le tecniche di scrittura: una volta focalizzato l'argomento da trattare, si parte non buttando giù un testo ma individuando le parole chiave. Questi diventano i pilastri di quello che verrà dopo.

Allo stesso tempo al redattore che vuole scrivere anche per Google, non deve essere solo creativo in un profilo "fricchettone" (forse la bella brochure ha fatto il suo tempo?) ma in una visione di pluralità. Certo testi accattivanti, ok, ma anche la capacità di inventarsi nuovi punti di vista per descrivere uno stesso concetto, in pochissime battute. 

Questo perchè, come abbiamo detto, la scrittura per il web è fatta anche di quello che non si vede e la cura del dettaglio diventa il primo comandamento dello scrivente. 

Infine, la limatura del testo.

Detta così e vedendo cosa significa scrivere seo, sembra proprio che la professione del copywriter si trasformi quasi dalla bellezza della creatività alla noia dell'ingegneria nella creazione di una struttura del testo: devi fare così, così, così. 

 

Insomma dobbiamo imparare a donare al testo la sua ubiquità: nei ragnetti di Google e nella testa del lettore, e questo ci chiede maggiore rigidità di metodo e una mente più "quadrata" che dimentichi di quello che vogliamo noi a favore dei nostri due pubblici: lettori e motori di ricerca.

Distinti, ma in fondo... 

No questo ancora non ve lo svelo. 

 

Fonti

Ivano di Blasi Seo copywriting o web copy? 

Luca Bartoli Seo + Copywriter

Francesco Giubbilini Scrivere seo per il web 

 

Share

Banner Pillole di buona comunicazione