testata

Le nostre "digital skills" viste dall'Europa

Digital Agenda for Europe ha pubblicato i dati della nostra presenza in rete e della nostra capacità di "fare" con il computer, per il 2013. 

Naturalmente i risultati non sono confortanti, e quasi sempre siamo sotto la media, sebbene sia possibile ravvisare un piccolo miglioramento rispetto al 2011. 

Iniziamo dagli indicatori più classici.

Come e quanto siamo in rete?

Se in Europa, nella media, chi è accede a Internet raggiunge il 70 percento, in Italia siamo al 53. Il 51...

Cara seminatrice e caro seminatore

«... seminiamo insieme per un seme libero e contro la brevettazione della vita. Con il nostro seme comune ci prendiamo la responsabilità per il nostro nutrimento. Decidiamo noi che cosa deve crescere sui nostri campi e cosa deve esserci domani sui nostri piatti.

Agiamo insieme, produttori e consumatori, organizziamo una festa per il nostro patrimonio culturale e per la Madre Terra che ci sostiene e ci nutre.
Otto anni fa, nella nostra azienda, abbiamo dato vita al primo Seminare il Futuro...

Sviluppo e identità locale

Potrebbe essere una delle sfide che la società moderna deve vincere per recuperare un equilibrio sostenibile nel suo sviluppo: ancorarlo al territorio riducendo il bisogno del trasferimento di merci, persone, funzioni e servizi.

La sfida è particolarmente intrigante

in Italia il paese dei cento comuni, in realtà degli 8.092 comuni. 5.683 dei quali al di sotto dei cinquemila abitanti. Rappresentano ancora un’Italia “minore” per la popolazione che vi risiede (circa un sesto del totale), ma è quella che contribuisce al carattere inconfondibile del nostro Paese.

Con l'Unione europea

Se, da una parte, l'Unione europea da un paio di decenni promuove e finanzia lo sviluppo locale, dall'altra i risultati sono insoddisfacenti. Per l'incapacità delle Regioni di gestire il processo? In questa sezione cercheremo di capire cosa si può fare per incentivare l'efficacia degli investimenti e sviluppare una forte economia locale.