testata

Un’aria più pulita per tutti

Dal 4 al 7 giugno a Bruxelles si è svolta la settimana verde 2013, il più importante appuntamento dell'Unione in tema di protezione ambientale. 

La Green week, dedicata all'aria, ha visto partecipare ben tremila rappresentanti dell'imprenditoria, dell'associazionismo e delle istituzioni che non si sono limitati al pur importante fosum di discussione, ma hanno presentato concrete soluzioni per la difesa del nostro "ossigeno".

Sebbene ci siano stati nei miglioramenti nella qualità dell'aria, il commissario europeo per l'ambiente Janez Potočnik ha posto in evidenza: 

 

«L’inquinamento dell’aria è spesso invisibile ma i suoi effetti sono purtroppo reali. Paghiamo un prezzo molto elevato per la scarsa qualità dell’aria: la vita, elevati costi medici e giorni lavorativi persi per malattia. La settimana verde è una piattaforma importante dove i decisori politici, i rappresentanti delle comunità locali e delle ong, le autorità pubbliche e le imprese possono scambiarsi idee su come migliorare l’aria che respiriamo: siamo sempre aperti a suggerimenti per migliorare la nostra legislazione vigente»

 

L'evento non ha trattato solamente la qualità dell'aria, ma anche la salvaguardia dell'acqua, suo controaltare e tema riscontrato anche tra le preoccupazioni di sette europei su dieci. 

L'inquinamento e l'eccessiva estrazione sono solo due delle cause dei pericoli per le nostre risorse idriche. Pericoli resi evidenti anche dalle catastrofi naturali come la siccià o le inonazioni sempre più frequenti sul territorio europeo. 

 

Anche per l'aria, sebbene "invisibile" anche nei suoi peggioramenti, i dati non sono incoraggianti: negli ultimi 30 anni le malattie mortali legate all'inquinamento atmosferico sono raddoppiate. Solo nel 200 ci sono state 42mila vittime. 

Per questo i 2013 è stato dichiarato l' "Anno dell'aria", un anno in cui la Commissione si è impegnata a riesaminare la strategia per la tutela dell'aria, importante ma non sufficiente se poi questa non sarà concretizzata nelle politiche nazionali. 

 

Il logo della Green week 2013

 

Fonti

Settimana Verde europea: impegni per mal’aria e acqua!

Al via la Settimana verde europea: aria pulita per tutti

greenweek2013.eu

Share

Sviluppo e identità locale

Potrebbe essere una delle sfide che la società moderna deve vincere per recuperare un equilibrio sostenibile nel suo sviluppo: ancorarlo al territorio riducendo il bisogno del trasferimento di merci, persone, funzioni e servizi.

La sfida è particolarmente intrigante

in Italia il paese dei cento comuni, in realtà degli 8.092 comuni. 5.683 dei quali al di sotto dei cinquemila abitanti. Rappresentano ancora un’Italia “minore” per la popolazione che vi risiede (circa un sesto del totale), ma è quella che contribuisce al carattere inconfondibile del nostro Paese.

Con l'Unione europea

Se, da una parte, l'Unione europea da un paio di decenni promuove e finanzia lo sviluppo locale, dall'altra i risultati sono insoddisfacenti. Per l'incapacità delle Regioni di gestire il processo? In questa sezione cercheremo di capire cosa si può fare per incentivare l'efficacia degli investimenti e sviluppare una forte economia locale.